Ever Banega
Ever Banega

Il Milan oltre all’ala destra mancina e ad un portiere affidabile, cerca centrocampisti di qualità per la mediana. Ever Banega del Valencia era entrato con prepotenza nel taccuino di Adriano Galliani, salvo poi momentaneamente eclissarsi, virando su altri obiettivi. Ora per il centrocampista argentino, entrato nel novero dei convocati per il Mondiale in Brasile, torna a far parlare di sé, ma questa volta non nell’ambito del calciomercato.

 

I tifosi dell’Argentina, a vedere la sua esclusione dalla massima competizione all’ultimo minuto, avevano storto il naso, considerandola una decisione senza né capo né coda. A quanto pare i nodi vengono al pettine. Banega sembra essere infatti legato, secondo un’inchiesta fatta dal canale sudamericano C5N, ai narcos. Il giocatore è stato più volte avvistato sui campetti di Rosario, campetto ubicato nel quartiere dominato da Los Monos.

 

Los Monos è una della più importanti organizzazioni di narcotrafficanti argentini. Fin qui nulla di strano, la passione per il calcio porta anche nei campetti dei più piccoli. Se non fosse per un particolare evidenziato dall’inchiesta: una quota del cartellino di Banega era nelle mani del talent scout Lapiana in seguito costretto ai domiciliari perché “uomo del calcio” proprio per i Los Monos.

 

Utilizzare i cartellini dei giocatori di calcio, serviva ai narcotrafficanti per sbarazzarsi di denaro sporco. Ad avvallare questa tesi è il problema che continua ad avere Banega nel trovare squadre con cui allenarsi. Considerato un predestinato e dotato di grande talento, l’argentino fatica ad esprimersi ad alti livelli, soprattutto per atteggiamenti poco consoni (come il masturbarsi in webcam), ma anche, a quanto pare, per compagnie poco raccomandabili.

 

Redazione Milanlive.it