Milan, Caldara in ritardo. Pioli: “Non è ancora pronto”

Mattia Caldara non sembra ancora al top della forma. Il difensore classe ’94 ex Atalanta non sarà a disposizione prima di dicembre.

Mattia Caldara AC Milan
Mattia Caldara a Milanello, febbraio 2019 (foto AC Milan)

Durante la sosta per le Nazionali si è parlato frequentemente di un possibile ritorno nella formazione titolare per Mattia Caldara, sfortunato difensore del Milan.

Il classe ’94 si sta allenando da settimane con il gruppo e con la prima squadra, dopo aver subito un delicato intervento al ginocchio nella scorsa primavera.

Caldara è stato indicato come possibile titolare già per la sfida contro il Napoli, addirittura ipotizzato come eventuale spalla di Romagnoli e uomo ideale per curare i difetti difensivi dei rossoneri.

Ma in realtà l’ex Atalanta non sembra ancora pronto, anzi, secondo ciò che ha ammesso l’allenatore Stefano Pioli oggi in conferenza stampa avrebbe bisogno di tempo.

Questo il chiarimento del tecnico: “Caldara sta meglio, ma domani giocherà ancora con la Primavera per mettere ritmo e trovare forma mentale. Gli serviranno un paio di settimane per colmare il gap col resto del gruppo. Poi sarà alla pari dei suoi compagni, spetterà quindi a me scegliere quando farlo giocare”.

Niente da fare fino a dicembre dunque per Caldara, che resta ancora un’incognita. Il Milan spera che il centrale scuola atalantina possa essere un vero e proprio acquisto per la seconda parte di stagione. Ma dovrà dimostrarlo sul campo.

Insigne bestia nera del Milan: che numeri contro i rossoneri