Stadio Milan-Inter, accordo col Comune: tagliato il cemento | I dettagli

Milan e Inter verso l’ok definitivo per il nuovo stadio: ma con una modifica.

Dopo l’incontro di lunedì con Beppe Sala, i club ne hanno avuto un altro venerdì. Al centro delle discussioni il progetto stadio. Il confronto è stato positivo e ci sono novità importanti.

Populous stadio Inter milan
Nuovo stadio Milan-Inter, progetto Populous

Il sindaco di Milano in una nota pubblicata su Instagram ha scritto: «A questo punto ritengo che la Giunta possa procedere rapidamente a deliberare il pubblico interesse» . Le parti hanno raggiunto l’accordo e ora manca la delibera della Giunta per poter accelerare verso la fase esecutiva. La strada sembra in discesa, finalmente.


Leggi anche:


Nuovo San Siro: diminuiscono le volumetrie del progetto

Sala ha spiegato che Milan e Inter per il nuovo stadio rispetteranno linee e volumi contenuti nello studio di fattibilità già presentato all’amministrazione. È stato confermato che l’area dell’attuale San Siro verrà riconvertita al fine di sviluppare il progetto del distretto dello sport ed entertainment, in un contesto verde (anche questo previsto nel dossier presentato).

La novità riguarda un terzo punto citato da Sala, le volumetrie complessive del progetto. Questo era l’aspetto sul quale le parti dovevano accordarsi e lo hanno fatto. Milan e Inter nel primo masterplan erano partiti da un indice volumetrico di 0,63, bocciato dal Comune. Poi si era scesi a 0,51. L’intesa è stata trovata ieri per a 0,35, che è esattamente quello previsto dal Piano di Governo del Territorio (PGT).

Inter e Milan hanno accettato di rinunciare a un po’ di cemento che sarebbe sorto attorno all’impianto sportivo, pur di andare avanti. I club avevano proposto un determinato indice volumetrico per garantire la sostenibilità finanziaria del progetto, ora dovranno essere apportate alcune modifiche. Il costo complessivo è di 1,2 miliardi di euro, il 90% delle spese sarà coperto da un finanziamento a 30 anni.

Come spiegato da La Gazzetta dello Sport, ora serve l’ok dalla Giunta per il pubblico interesse. Così si entra nella fase operativa e si arriva poi al progetto definitivo. Ci sarà anche un passaggio in Regione, che dovrà esprimersi sul centro commerciale che sorgerà in zona San Siro.

Per la realizzazione dell’opera, sembra in netto vantaggio lo studio Populous con “La Cattedrale”. Milan e Inter dovrebbero giocare al Giuseppe Meazza almeno fino alle Olimpiadi Invernali del 2026. Dopo il trasloco nel nuovo stadio inizierà la fase due, con la riqualificazione dell’attuale stadio milanese e la costruzione del distretto commerciale. Per completare tutto serviranno altri 36-48 mesi, si dovrebbe andare oltre il 2030.