Milan-Salernitana 1999: cinque gol, tre pali e che ospite in tribuna – Video

Il Milan ritrova la Salernita a San Siro ventidue anni dopo l’unico confronto diretto del gennaio 1999. I rossoneri allenati da Zaccheroni cominciarono contro i campani un grande girone di ritorno, culminato nella conquista di un insperato Scudetto

Oliver Bierhoff
Oliver Bierhoff (Getty Images)

Trentuno gennaio 1999, seconda giornata di ritorno del campionato di Serie A. Il Milan di Zaccheroni, sorpresa della stagione, dopo il 2-3 in rimonta a Bologna ospita la neopromossa Salernitana di Delio Rossi. Ne scaturisce un confronto spettacolare con ben cinque gol, due dei quali tra i più belli di quella stagione.

Con Sebastiano Rossi squalificato, Zaccheroni si affida ad Abbiati in porta (alla seconda presenza in Serie A), Maldini, Costacurta e Sala in difesa, Ambrosini, Boban, Guly e Ziege in mediana. In attacco Bierhoff affianca Weah e il nuovo acquisto Morfeo. Tanti buoni giocatori nella Salernitana con Fresi, Del Grosso, Bernardini, Giampaolo e Di Vaio titolare e Di Michele e Vannucchi subentrati nella ripresa.

Primo Tempo scoppiettante

L’inizio di partita è favorevole al Milan che passa subito in vantaggio al 3′ con Bierhoff. Splendida l’incornata aerea del tedesco su cross di Guly. Una torsione magnifica con il pallone che si insacca all’incrocio. Sembra tutto facile ma la reazione della Salernitana è veemente. Al 7′ arriva l’immediato pareggio con Federico Giampaolo (fratello dell’ex allenatore rossonero) che ribatte in rete la corta respinta di Abbiati. Il portiere milanista viene battuto di nuovo al 14′ sullo splendido spiovente di Del Grosso che conclude la sua traiettoria sotto la traversa. Incontenibile l’esultanza dell’esterno granata per un gol indimenticabile. Meno bello il 2-2 del Milan al 25′. I rossoneri battono a sorpresa una punizione dalla mediana e Weah deve solo spingere in rete l’assist di Bierhoff.


Leggi anche


Bierhoff decisivo, finale thrilling

Il Milan trova il vantaggio decisivo al 60′. Segna di nuovo Bierhoff, con la specialità della casa, un colpo di testa che beffa ancora il portiere Balli. L’ultima parte del match è tutta della Salernitana. Al 19′, Abbiati compie una parata alla Maignan sul colpo di testa di Bolic poi la sfortuna si accanisce sui campani che colpiscono ben tre tre legni con Di Vaio (palo), Di Michele (il cui tiro si infrange sulla traversa) e Fresi che, nel finale, scheggia la traversa su un colpo di testa da cross da calcio d’angolo.

Il Milan vince 3-2 e si salva proseguendo l’inseguimento alla Fiorentina e alla Lazio. Ad applaudire i rossoneri in tribuna anche una spettatrice d’eccezione, la modella Naomi Campbell, presente all’evento insieme a Flavio Briatore. La sua presenza non è passata di certo inosservata. All’epoca la modella americana era una dellevip più influenti al mondo. E i social ancora non esistavano…