Milan » editoriali » Genoa, Pescara e Palermo: tre match che il Milan non può fallire

Genoa, Pescara e Palermo: tre match che il Milan non può fallire

Vincenzo Montella

Vincenzo Montella (©Getty Images)

La sconfitta allo Juventus Stadium rischia di complicare un po’ la corsa Europa League del Milan. Infatti Inter (adesso a +1), Atalanta (+2) e Lazio (+3) hanno la chance per allungare in classifica. Va comunque detto che proprio Inter e Atalanta si scontreranno domani a San Siro, mentre la Lazio riceverà lunedì all’Olimpico l’ostico Torino di Sinisa Mihajlovic.

Indipendentemente dai risultati delle dirette concorrenti per la qualificazione europea, bisogna dire che per i rossoneri l’obiettivo rimane alla portata. Infatti davanti ci sono ancora dieci giornate e tutto può succedere. I ragazzi di Vincenzo Montella devono affrontare Inter e Atalanta in scontri diretti probabilmente decisivi, anche se prima ci sono altre partite a cui pensare e da non fallire assolutamente.

Il Milan nella prossima giornata di campionato se la vedrà con il Genoa a San Siro. All’andata al Luigi Ferraris finì 3-0 per i liguri, un k.o. pesante dovuto anche al turnover deciso dal mister e che non diede buoni frutti. Questa volta alcune scelte andranno ponderate, visto che Alessio Romagnoli e Josè Ernesto Sosa saranno assenti per squalifica e Suso salterà il match per infortunio. Montella dovrà valutare bene nei prossimi giorni a chi affidarsi. Sarà fondamentale dare subito una risposta dopo la deludente sconfitta di Torino, che ha generato rabbia nella squadra per come è arrivata. Il nervosismo va trasformato in energia per produrre una reazione positiva e conquistare i 3 punti.

Dopo Milan-Genoa ci sarà la sosta, poi al rientro due sfide contro squadre che in questo momento sembrano lontane dalla possibilità di salvarsi ma che intendono lottare fino a quando la matematica non le condannerà: Pescara (trasferta) e Palermo (a San Siro). Si tratta di partite da non sottovalutare affatto, anche se i rossoneri partiranno favoriti. E’ importante avere sempre approccio e atteggiamento al top contro ogni avversario. Altrimenti si rischia di perdere punti pesanti per strada.

Fare bottino pieno nelle tre sfide citate sarà fondamentale per presentarsi al derby contro l’Inter del 15 aprile carichi per lo scontro diretto che potrà dire molto in ottica Europa League. Potrebbe essere un dentro o fuori, almeno per il Milan, anche se bisognerà vedere i risultati delle due squadre fino ad allora. Ad ogni modo, è vitale che la sconfitta di Torino non pieghi il morale dei ragazzi e che la rabbia non prenda il sopravvento. Montella dovrà essere bravo a mantenere sereno lo spogliatoio e spronarlo a reagire. L’obiettivo stagionale è ancora alla nostra portata.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)