Patrick Cutrone
Patrick Cutrone (©Getty Images)

NEWS MILAN – Il Milan esce sconfitto dal derby contro l’Inter. Serata da dimenticare per la squadra rossonera, che ha subito la rete decisiva al 92′ dal solito Mauro Icardi.

Il Diavolo ha deluso le aspettative dei tifosi e degli addetti ai lavori. Infatti i ragazzi di Gennaro Gattuso non sono riusciti ad imporre il proprio gioco, né a palleggiare come fatto di solito. Si è avuta la netta sensazione che l’obiettivo era quello di non perdere. A differenza dei nerazzurri, che invece hanno provato a vincere dal primo all’ultimo minuto. Il tecnico del Milan però non è sconfortato e, nell’intervista post-partita, ha detto di aver visto cose buone, soprattutto sull’aspetto della mentalità e tenuta del campo.

Come sottolinea l’edizione odierna di Tuttosport, Gattuso ha delle evidenti colpe, a partire dalle sostituzioni. Non hanno convinto le scelte fatte dall’allenatore rossonero. Che, nella seconda metà del secondo tempo, ha messo in campo Patrick Cutrone. Ma non per affiancare Gonzalo Higuaìn, ma per giocare da ala. Quello che sembrava un cambio in chiave offensiva, invece si è rivelato un semplice scambio di interpreti. Ma l’ex Primavera non ha le caratteristiche per fare quel tipo di gioco.

Si poteva fare di più anche a centrocampo. Rino ha scelto di mandare in campo Tiemoué Bakayoko al posto di Franck Kessie: anche questo cambio non ha convinto, visto che il francese è un giocatore veramente lontano dalla miglior condizione fisica e mentale. La sensazione, ribadisce Tuttosport, è che Gattuso non se la sia giocata, come se, consapevole della propria inferiorità, avesse puntato sul pareggio.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it