Milan-UEFA, ora si valuta il ricorso d’urgenza

Logo UEFA
Logo UEFA (©Getty Images)

MILAN NEWS – Pronunciatasi la UEFA, ora si attende la contromossa del Milan. E l’edizione odierna di Tuttosport spiega il possibile nuovo scenario per Elliott Management Corporation.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Dopo la decisione-non decisione dell’Uefa sull’esercizio 2017-18, che ha scelto di aspettare la pronuncia del Tas sul ricorso del Milan verso la sentenza della Giudicante sul triennio 2014-17, i legali del club dovranno infatti valutare se trasformare l’attuale appello in una procedura d’urgenza che potrebbe portare a un lodo entro quindici giorni. In caso affermativo aumenterebbero le chance, attualmente ridottissime, di avere un verdetto sulla presenza del Milan nell’Europa League 2019-20. Se il Tas si esprimesse entro due settimane, anche la Giudicante potrebbe dare il suo parere nel merito entro l’inizio della stagione ufficiale. E a quel punto, se il Milan non facesse ricorso, la pratica sarebbe chiusa.

In caso di esclusione dalla coppa, il Torino verrebbe ripescato in Europa League passando ai preliminari e la Roma volerebbe direttamente ai gironi. Al Milan non conviene aspettare a lungo la sentenza, e probabilmente – riferisce il quotidiano – dalla decisione dell’Uefa si legge proprio l’invito al Milan a trasformare l’attuale ricorso in una procedura d’urgenza: sarebbe più facile fare chiarezza in tempi brevi sull’intrico del fairplay finanziario rossonero. La Uefa può quindi aver offerto un assist al Diavolo per dipanare la matassa, ora tocca alla società decidere se raccogliere o meno l’invito accelerando i tempi.

 

 

Redazione MilanLive.it