Ibrahimovic e Rangnick: messaggio di Boateng al Milan

Kevin Prince Boateng si è espresso sul rinnovo di contratto di Zlatan Ibrahimovic e anche sull’eventuale arrivo di Ralf Rangnick al Milan. Ha le idee chiare.

Kevin Prince Boateng Milan
Kevin Prince Boateng (©Getty Images)

Kevin Prince Boateng ha concesso un’intervista a Sky Sport e ha ricordato il suo ritorno al Milan nel gennaio 2016. Una seconda esperienza rossonera non entusiasmante e che, infatti, durò solamente sei mesi.

Il centrocampista offensivo ghanese nello specifico ha raccontato come maturò quell’operazione: «Berlusconi mi aveva convinto appena mi aveva chiamato. Eravamo a casa sua ad Arcore, in giardino. Mi disse: ‘Figlio mio, ho pensato a tanti giocatori perché volevo fare un regalo ai tifosi. Perché non torni?’. Risposi: ‘Grazie, subito’. Poi abbiamo parlato anche di altro, del suo modo di vedere il calcio, del mio ruolo… Lui mi vedeva sempre come prima punta. Poi Allegri mi disse: ‘Decido io, stai più indietro’. Sono arrivato al Milan giovane con tanta voglia di giocare. Mi ha fatto capire come muovermi in campo e quali erano i tempi giusti».

Nella prima esperienza al Milan aveva giocato per due stagioni con Zlatan Ibrahimovic, trovandosi molto bene. Boateng sullo svedese commenta: «Per me era facile giocare con lui. Ho capito subito come era. Abbiamo avuto un rapporto bellissimo. Per altri forse era più difficile perché chiede tanto. In campo mi faceva avere sempre tanto spazio, mi dava i palloni che sognavo. Era il compagno perfetto per me. Il suo bersaglio in campo? Criticava tutti se la palla non gli arrivava come voleva. Ma ti faceva anche imparare tante cose. Il Milan deve tenerlo. Ha dimostrato che può ancora fare la differenza».

L’attuale giocatore del Besiktas, dove è approdato in prestito dalla Fiorentina, ha speso anche delle parole per Ralf Rangnick: «Lo conosco. Per me potrebbe aiutare tanto. E’ molto intelligente, si vede quello che ha costruito. Se impara velocemente l’italiano può essere molto importante per il Milan». KPB non vede affatto negativamente un approdo del manager tedesco in rossonero.

LEGGI ANCHE -> SAELEMAEKERS HA VOGLIA DI RESTARE AL MILAN