Il calcio italiano è in crisi

MILAN, FERGUSON E LA CRISI DEL CALCIO ITALIANO – «Il football internazionale va avanti a cicli. Il Milan di Sacchi e quello di Capello e la Juve di Lippi sono stati momenti importanti per il calcio italiano. Ora questo ciclo è cambiato con l’ascesa delle grandi squadre spagnole. Il calcio inglese? Sta comunque attraversando un buon momento e spero che prosegua», queste le parole di Sir Alex Ferguson, pluridecorato allenatore del Manchester United, all’uscita dell’ateneo romano di Tor Vergata dove è stato insignito del premio ‘Etica nello sport‘. Chi è stato, chiedono poi a Ferguson, il miglior giocatore che ha allenato in questi 25 anni alla guida dello United? «Non posso dirne uno in particolare – risponde -, ma Cantona, Cristiano Ronaldo, Scholes e Giggs sono o sono stati calciatori fantastici, sempre pronti e presenti nel gioco in prima fila». Cosa pensa del fairplay finanziario? «Le star che portano tanti fan allo stadio devono essere ben pagate – dice Ferguson – . Non so esattamente come funzionerà il fairplay finanziario, ma si tratta di tenere sotto controllo questa ricchezza». Infine una considerazione sul mercato. «Rispetto al passato, ora nelle trattative manca la figura del giocatore – dice l’allenatore dello United -. Per questo spesso mi chiedo se il procuratore lavori per se stesso o per i ragazzi».

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it