Milan » Milan News » Pre Milan-Genoa, Allegri: Bisogna solo stare sereni. Boateng? Infiammazione al pube, il gol di Muntari sta pesando

Pre Milan-Genoa, Allegri: Bisogna solo stare sereni. Boateng? Infiammazione al pube, il gol di Muntari sta pesando

PRE MILAN-GENOA, ALLEGRI – Ecco le dichiarazioni di Mister Allegri in conferenza stampa a Milanello prima dell’importante sfida contro il Genoa: “Se il gol fantsma di Muntari pesa ancora? domanda un milione di dollari, beh al momento si, adesso pensiamo alle ultime 6 giornate e lottiamo per lo scudetto, sarà una bella lotta fino alla fine. In queste ultime 6 partite conta la serenità, prendiamoci i 3 punti domani e vedremo domenica sera come siamo messi. Prima della Fiorentina ero molto sereno, si erano allenati bene, sono rimasto sorpreso anche io, domani bisognerà giocare bene, loro lottano per non retrocedere, non sarà facile, per vincere dobbiamo stare cento minuti concentrati. Giocheranno a viso aperto, noi dobbiamo essere arrabbiati e concentrati. Credo solo che domani si debba vincere, in questo momento una battuta a vuoto sarebbe fatale, vedremo cosa faranno loro. Non sono assolutamente nervoso, ho solo fatto delle constatazioni sulle parole che definiscono fallimentare la nostra stagione, fino a questo momento con tutti gli infortunati che abbiamo avuto siamo secondi a un punto, siamo usciti ai quarti con il Barcellona e in semifinale di Coppa Italia ai supplementari. Se la Juventus sta facendo grandissime cose, come scrivono in tanti, il Milan è uguale perché siamo solo a un punto. Ibrahimovic sta bene, devo solo fare un plauso ai ragazzi perché nonostante tutto ci mettono l’anima. A Ibra chiedo solo di fare ciò che fa, sta facendo una grandissima annata, è sempre fondamentale. Se le vinciamo tutte con 85 punti abbiamo migliorato lo scorso anno. Rientra Van Bommel e Antonini, sono forze fresche importanti. Oggi valuto chi affiancherà Ibra. Boateng non sta bene e infatti non è a disposizione, ci servirebbe perché fa il trequartista in modo atipico, ha caratteristiche che non ha nessun altro. Ieri ho sentito il Presidente crede ancora nello scudetto ed è ancora molto vicino alla squadra. Il Presidente è sempre stato presente, oggi è venuta anche la Dottoressa Berlusconi dimostrando che la società ci crede molto. Boateng non ha giocato a Verona perchè ha un dolore all’inserzione del pube, non ci sono stiramenti o strappi ma c’è una infiammazione al pube, in questo momento non può giocare, magari recupera ma per ora non sta bene, la risonanza è stata fatta ieri pomeriggio. Robinho non lo vedo spento, a Verona si è dato da fare, in allenamento vedo che sta bene. Boateng non ha giocato perché non era in grado di giocare, non voglio in campo giocatori che non siano perfetti. Dopo l’allenamento considererò la formazione. De Sciglio l’ho scherato perché non avevo alternative ma soprattutto perché credo in lui, deve ancora fare il salto mentale ma ha grande personalità nella gestione della palla. Nella Juventus si vede una voglia incredibile di arrivare al risultato e lo dimostrano sempre, dobbiamo avere questa rabbia anche noi, il 13 maggio vedremo chi è davanti e quindi chi sarà stato più bravo, Conte sta facendo un ottimo lavoro con un’ottima squadra messa a disposizione dalla società. E’ solo una lotta calcistica, dobbiamo sperare in un loro passo falso. Speriamo ci sia un bel filotto di vittorie. Valuteremo da cosa sono dipesi gli infortuni di quest’anno, sono annate particolari, è normale fare valutazioni sul lavoro ma solo a fine campionato, il metodo di lavoro è sempre questo.”

 

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it