Milan, Pancaro ricorda: quando arrivò Kakà capimmo subito che era un campione

MILAN PANCARO KAKA’- Intervistato da “Tmw Magazine”, il mensile ufficiale di Tuttomercatoweb.com, Giuseppe Pancaro racconta dell’impatto di Kakà sullo spogliatoio rossonero quando sbarcò a Milano: “Fu dal primo giorno un impatto importante. Si capì subito che avevamo di fronte un campione dal futuro roseo. Lui non ha avuto alcuna difficoltà né dal punto di vista tecnico né da quello personale, si è subito integrato bene. Giovane ma molto composto, da subito si è fatto volere bene, è una cosa che riusciva facile. È una persona equilibrata, ma quando c’era da scherzare era comunque il primo a ridere o a fare scherzi, ma sempre in modo intelligente. Sapeva vivere bene dentro a questo tipo di gruppo, una persona che dentro lo spogliatoio fa bene, che unisce. Anche per questo si sono tutti innamorati di lui. Parliamo di un ragazzo molto equilibrato, con la testa sulle spalle, che sa comportarsi e gestirsi bene. Non è ossessionato dalla religione, ha una grandissima fede ma anche questa la vive in modo molto equilibrato, anche perché fa parte della sfera personale”.