FBL-ITA-SERIE A-AS ROMA-AC MILAN

Clarence Seedorf è stato intervistato da Giorgio Porrà su Sky Sport 24 due giorni dopo la sconfitta del Milan a Roma. Numerose le Milan News rilasciate.

Con Galliani il rapporto dialettico è molto ricco?
Io credo di avere un rapporto col signor Galliani che va avanti da 10 anni, tante volte con le famiglie in Brasile siamo stati insieme. Io voglio fare l’allenatore del Milan, né il presidente, né il direttore generale. Rispetto il signor Galliani, mi ha dato tanta fiducia. Lui è venuto quando c’era bisogno di venire, quando gliel’ho chiesto. Altre volte per i suoi tanti impegni non è venuto… Ma la vicinanza c’è sempre stata”.

La figura di tutor aveva spaventato?
Ho avuto tanti allenatori nella mia carriera, tra i migliori negli ultimi 25 anni della storia del calcio. Ma i consigli del signor Galliani sono sempre benvenuti. Volevo la sua vicinanza”.

La missione-Milan è positiva o negativa dal punto di vista dei comportamenti?
Credo che la crescita si sia vista chiaramente. Cito l’ultima partita. E’ stato fatto tanto clamore su Balotelli, ma Honda contro la Lazio ha avuto la stessa reazione. Poi ci siamo chiariti dentro lo spogliatoio. Non devo condividere con tutti le nostre situazioni”.

Seedorf poi parla di Balotelli
Mario sta crescendo, magari non ha fatto la sua miglior partita contro la Roma ma deve venire fuori sempre da qualche cosa. Il suo comportamento quando è uscito dal campo non è stato scomposto. Prima forse, in campo. Ma quel gesto che hafatto durante la mia carriera l’ho visto migliaia di volte. Siccome è Balotelli, è oggetto di discussione. Non si aiuta tanto così il ragazzo, bisogna lasciarlo stare. Io e lui parliamo, gli rivolgo tante critiche costruttive. Alcune volte la stampa ha criticato bene, altre volte si può lasciare stare, come in questo caso dello spogliatoio”.

E’ la pressione normale di tutti i calciatori?
Sì, sono d’accordo. Ma bisogna valutare anche le sue crescite. Perché per tante partite parla con gli arbitri, dà la mano, aiuta gli avversari. E queste cose non vengono esaltate. Vengono esaltate solo le cose negative, per questo lo difendo. Per questo reagisco così”.

Sulla questione tecnico-tattica invece Seedorf è fermo sulle sue posizioni? Balotelli giocherà da unica punta?
Per me Mario ha fatto tanti gol quest’anno, nelle ultime partite si è anche divertito perché ha tre trequartisti e una mezza punta lì vicino. Un po’ come Boban e Savicevic nel passato. Giochiamo con un 4-1-4-1 adesso. Ma il modulo non è importante, conta più la filosofia e i risultati. Questi arrivano, ma cerchiamo sempre tante cose. Balotelli sta facendo bene, l’ho apprezzo tanto come calciatore. E’ un ragazzo che dà sempre tutto quello che ha, la grinta. Poi ovvio decido da allenatore, sfrutto intelligentemente la rosa. In futuro potrei anche pensare altre cose, ma prima cerco di dare equilibrio alla squadra”.