Angel Di Maria (Getty Images)
Angel Di Maria (Getty Images)

Il PSG è ormai da anni ai vertici del calcio francese, ma in Europa non ha ancora dimostrato di essere un top club. Grazie allo sceicco Al-Khelaifi in questi ultimi anni sono arrivati grandi calciatori a Parigi, in primis i due ex rossonero Ibrahimovic e Thiago Silva. Adesso dopo l’ennesima annata senza grandi soddisfazioni europee, il club parigino sta cercando nuovi innesti per internazionalizzare la squadra. Pare infatti che il club abbia trovato l’accordo con il Manchester United per l’ingaggio di Angel Di Maria. A riferirlo sono i colleghi di France Football.

 

Argentino, talento straordinario che con l’Argentina e con il Real Madrid ha dato il meglio di sé. Sfortunato con l’albiceleste (non ha partecipato alla finale mondiale del 2014 contro la Germania e ha giocato appena 20 minuti nella finale di Coppa America dello scorso mese persa contro il Chile, entrambi i match persi). Più fortunato invece con i Blancos, con i quali è stato tra i protagonisti della ‘Decima’ Champions League. Venne ceduto l’estate seguente al Manchester United per circa 75 milioni. L’amore con i ‘diavoli rossi’ d’Inghilterra e con il tecnico Van Gaal non è mai sbocciato, complici anche i numerosi acciacchi fisici. Adesso si prospetta una nuova avventura in Francia per il 27enne di Rosario. Allo United andrebbero 65 milioni di euro, una minusvalenza non irrilevante che però visti i rapporti tra le parti, era probabilmente necessaria.

 

L’approdo quasi certo di Angel Di Maria in terra parigina potrebbe portare all’addio di Zlatan Ibrahimovic. Inoltre si parla addirittura di un possibile arrivo anche di Alexandre Lacazzette. Lo svedese, dopo aver rifiutato altre squadre, sarebbe deciso al ritorno al Milan. Via libera dunque per il club di via Aldo Rossi e per il giocatore stesso che, tramite Mino Raiola, potrebbe decidere di chiudere l’avventura al PSG con un anno di anticipo rispetto al contratto che scadrà nel 2016. Il Milan ci spera, i tifosi sognano: Ibrahimovic è più vicino.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it