Silvio Berlusconi e Bee Taechaubol (photo by Twitter)
Silvio Berlusconi e Bee Taechaubol (photo by Twitter)

Bee Taechaubol e il Milan, tutto confermato. Si lavora sotto traccia senza dare nell’occhio, senza viaggi di piacere o spedizioni che fanno clamore, con una serenità tra le parti utilissima per viaggiare a ritmo di crociera verso il tanto atteso accordo che sancirà il passaggio del 48% delle quote rossonere dalle mani di Fininvest a quelle della cordata asiatica capeggiata proprio da Bee.

 

Come ricorda oggi Tuttosport, l’ultimo appuntamento ufficiale fu il viaggio di due membri Fininvest, ovvero Alessandro Franzosi e Alberto Carletti, in quel di Hong Kong lo scorso 19 ottobre, quasi un mese fa, per trattare di persona con l’entourage di Mr. Bee e con alcuni vertici di CITIC Bank, l’istituto bancario cinese che finanzierebbe l’operazione. Dopo di che un silenzio che sa comunque di ottimismo e di lavoro sotto traccia per arrivare alle prossime scadenze ormai pronti alle firme.

 

Viene così confermato il closing definitivo prima di Natale, quando Taechaubol dovrebbe rispuntare a Milano per l’accordo finale con Silvio Berlusconi, il quale non ha mai smesso di credere nelle potenzialità della cordata anche dopo il caos relativo alla Tax Finance di Lugano con la quale era stato avviato un discorso di collaborazione. Sotto l’albero natalizio i tifosi del Milan dunque potrebbero trovare anche quel socio e quei fondi in più per tornare realmente a sognare.

 

Redazione MilanLive.it