L'esultanza dei rossoneri al gol di Antonelli (Getty Images)
L’esultanza dei rossoneri al gol di Antonelli (Getty Images)

Basta con gli esperimenti, le accozzaglie tattiche, le chance per gli esuberi e tutti i giochini tecnico-tattici che hanno fatto adirare la società. Il Milan domenica sera nella trasferta modenese contro il Carpi tornerà ad indossare il suo completo migliore, quello che parla di 4-4-2 classico e basilare, il modulo che tanto bene si è mostrato nel match contro la Sampdoria dello scorso weekend.

Sinisa Mihajlovic, strigliato dalla dirigenza dopo aver schierato una formazione poco competitiva contro il Crotone, abbandonerà l’idea di 4-3-3 puntando invece sulle due punte e su una base tattica meno estrosa ma maggiormente concreta. Difficile rivedere in campo, come scrive la Gazzetta dello Sport, alcuni dei calciatori che hanno deluso nell’ultimo match di Coppa Italia. L’unico con chance importanti è Luiz Adriano, autore del momentaneo vantaggio, ma M’Baye Niang appare di nuovo favorito per affiancare Carlos Bacca.

L’ultima variazione è dettata però dall’infermeria: Luca Antonelli darà forfait sicuramente per il match con il Carpi a causa di una lieve lesione alla coscia. Niente di grave, ma per non rischiare ricadute o infortuni peggiori, l’ex Genoa resterà a riposo, dando spazio a Mattia De Sciglio, il quale dovrà forzatamente rispondere con una prestazione di livello dopo i recenti flop. Per il resto almeno 10/11 della formazione anti-Sampdoria verranno riproposti per cercare la seconda vittoria consecutiva in campionato.

 

Redazione MilanLive.it