Keisuke Honda
Keisuke Honda (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN –  Che ne sarà di Keisuke Honda? Questa è una domanda che è lecito farsi in questo momento. Il numero 10 del Milan non è titolare con Vincenzo Montella e possiede un contratto che scade a giugno 2017.

Il club è chiamato a prendere una decisione in tempi brevi. per evitare di perdere il giapponese a parametro zero tra meno di un anno, è necessario venderlo subito oppure rinnovare il contratto. La via della cessione appare difficile in questo momento. Il giocatore piace in Premier League, ma finora non sono arrivate le giuste offerte. Inoltre, la società ricava da Honda introiti di rilievo a livello commerciale e non pare voglia privarsene nell’immediato.

Calciomercato Milan, Honda parte o rinnova?

Però c’è il forte rischio di veder partire l’ex CSKA Mosca così come era arrivato, ovvero a parametro zero. E anche a gennaio, un’eventuale cessione avverrebbe a prezzo ribassato vista la scadenza contrattuale ravvicinata. Per prolungare l’accordo con il Milan, il 29enne fantasista vorrà delle garanzie che al momento nessuno gli può dare. Montella gli preferisce Suso nell’unica posizione in cui Honda può giocare in questa squadra.

La sensazione è che il calciatore possa rimanere ancora a Milanello per questi mesi, valutando nel mentre se andarsene a gennaio oppure da svincolato sei mesi dopo. Adriano Galliani difficilmente può strappare un rinnovo all’agente di Honda senza assicurargli un posto importante in squadra. La soluzione ideale sarebbe quella di una cessione immediata, trovando al contempo un rimpiazzo per il ruolo di esterno destro d’attacco. Ci sono ancora alcuni giorni di calciomercato per tentare di effettuare questa doppia operazione.

Con l’eventuale incasso derivante dalla vendita di Honda (ipotizziamo almeno 8 milioni di euro), poi andrebbe preso un sostituto che sia in grado di rappresentare una buona alternativa a Suso. Il tanto menzionato Anwar el Ghazi costa circa 15 milioni e pare irraggiungibile, però possono spuntare altri nomi da qui al 31 agosto. Vedremo cosa succeder. La certezza è che il Milan deve prendere una decisione, perché c’è il rischio di perdere un giocatore di buon valore senza ricavare nulla. Non sarebbe una buona mossa.

 

Redazione MilanLive.it