Giacomo Bonaventura (©Getty Images)
Giacomo Bonaventura (©Getty Images)

MILAN NEWS – Problemi di formazione? Niente paura, almeno se hai un jolly tuttofare che porta il nome di Giacomo Bonaventura. Il centrocampista del Milan è l’ancora di salvezza per Vincenzo Montella, che in vista di Milan-Udinese di domani pomeriggio può affidarsi alla polivalenza del calciatore ex Atalanta per colmare alcuni buchi non proprio facili. Il tecnico, come scrive la Gazzetta dello Sport, aveva pensato di cambiare direttamente modulo, passando al classico 4-4-2, per poi tornare sui suoi passi.

Sarà ancora il 4-3-3 il sistema con cui si schiererà il Milan alla ripresa del campionato, con Bonaventura che si alzerà come ai vecchi tempi nel ruolo di ala sinistra, titolare nel tridente offensivo completato da Suso e Carlos Bacca. Un ennesimo cambio di posizione per il calciatore classe ’89 che non sembra però avere problemi nell’interpretazione di nuovi ruoli. In genere un calciatore duttile cambia per necessità, per provare a ritagliarsi uno spazio altrove se il suo reparto principale è occupato (vedesi Florenzi alla Roma), mentre Jack Bonaventura sarebbe titolare ovunque, non assolutamente una seconda scelta.

Per lui è il nono cambio di ruolo nelle tre stagioni finora disputate in rossonero, complici anche i diversi moduli interpretati dal Milan e dagli allenatori che ha avuto come guide tecniche. Un giocatore completo e letale, finora tra i migliori recuperatori di palloni del campionato (21 volte), mentre nello scorso campionato era stato tra i calciatori più abili a creare occasioni da gol, calciare verso lo specchio e servito più assist. Meglio di così?

Redazione MilanLive.it