Andrea Pirlo (©Getty Images)
Andrea Pirlo (©Getty Images)

MILAN NEWS – Quella di Andrea Pirlo è stata una carriera intensa, ricca di successi e vittorie importanti. La svolta è arrivata al Milan, quando ha avuto la possibilità di lavorare con Carlo Ancelotti. Intervistato da Marca, edizione Plus, il centrocampista ha parlato così del suo rapporto con l’attuale tecnico del Bayern Monaco e della sua esperienza in rossonera: “Ringrazierò per sempre Ancelotti, è grazie a lui che sono diventato il campione di oggi. Carlo è una persona fantastica e un allenatore speciale. E’ stato un vero piacere lavorare con lui. Al Milan abbiamo vinto due Champions ma potevano essere tre se non ci fosse stata quella maledetta notte di Istanbul contro il Liverpool. Quella rimonta nessuno la sa spiegare. Ancora oggi il rimpianto per quella notte è enorme”.

Uno come lui avrebbe fatto comodo a qualsiasi squadra, comprese le due big spagnole. E ci è andato molto vicino: “Nel 2010 potevo diventare un giocatore del Madrid. C’era Capello come allenatore, molti giocatori di quella squadra mi contattarono per convincermi ad andare. Ma avevo un contratto con il Milan e non potevo fare nulla per lasciare. Mi è dispiaciuto non aver mai giocato in un grande club come il Real. Avrei amato moltissimo giocare anche al Barcellona. Poco male, mi ha fatto piacere giocare nelle tre squadre più forti d’Italia”.

 

Redazione MilanLive.it