Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi, Han Li e Yonghong Li (Photo by XH Sports)

MILAN NEWS – A Milano la Commissione comunale Antimafia è intervenuta in materia calcistica. IlFattoQuotidiano.it riporta che il presidente David Gentili ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Non c’è trasparenza sulla cessione del Milan. Sembrano 11 gli investitori, ora sono 4-5. C’è un fondo governativo di investimento, bisogna capire se di proprietà pubblica oppure anche degli investitori privati. C’è questa Sino-Europe Sports che parla per conto di altri di cui non si sa il nome”.

L’esponente del Partito Democratico ha parlato a un convegno sul tema del riciclaggio di denaro. E ha aggiunto:  “Inter e Milan sono concessionarie dello stadio San Siro e penso sia un dovere per Milano e la sua pubblica amministrazione sapere chi siano i titolari effettivi di queste realtà imprenditoriali che tratteranno e firmeranno il contratto con l’amministrazione comunale”.

Gentili ha concluso facendo un auspicio: “Spero che questi investitori si dichiarino con un’autocertificazione, non si può fare altro. Bisogna sapere che si sono i titolari effettivi di Milan e Inter. Non lo facessero, c’è una questione legale che deve essere affrontata. Noi ci dovremo rivolgere alle autorità competenti per risolverla”.

Evidentemente teme che dietro l’acquisizione dei due club milanesi ci possano essere operazioni illecite. A suo avvisto è necessaria chiarezza, anche perché le due società sono concessionarie dello stadio di San Siro, di proprietà del Comune di Milano.

Le parole di Gentili hanno fatto il giro del mondo. In chiave Milan le sue considerazioni vengono fatte soprattutto perché ancora non si conosce il volto di chi comprerà il club entro metà dicembre. Si parla sempre di ‘cinesi’, ma ancora non hanno un’identità queste figure. Invece all’Inter si sa che la proprietà appartiene al gruppo Suning. Dunque stupisce che vengano chiamati in causa pure i proprietari nerazzurri, sempre provenienti dalla Cina comunque.

 

Redazione MilanLive.it