Milan, il momento magico di Suso: ora è insostituibile

Suso
Suso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Nel gennaio di due anni fa arrivò in punta di piedi accanto a calciatori certamente più noti di lui, almeno nel panorama del calcio italiano, come Bocchetti, Destro, Paletta e Antonelli. Vicino a questi ultimi c’era un ragazzotto spagnolo che in molti consideravano solo una bella ma lontana speranza per il futuro.

Jesus Suso due anni dopo è diventato semplicemente un insostituibile per il Milan. Come scrive la Gazzetta dello Sport il fantasista spagnolo ha trovato la propria dimensione, nonostante le sue prime stagioni in rossonero non siano state affatto semplici. Nella gestione Pippo Inzaghi fu gettato nella mischia poche volte, fu un oggetto misterioso praticamente.

L’anno successivo Sinisa Mihajlovic gli diede soltanto mezza chance alla seconda giornata contro l’Empoli, per poi bocciarlo e spedirlo a gennaio in prestito al Genoa, soluzione che in realtà fu letteralmente salvifica per il classe ’93, tornato poi a Milanello con maturità e convinzioni. In rossoblu si è rilanciato alla grande, ma non ci si attendeva un exploit del genere nella prima parte della stagione 2016/2017.

Suso è stato buon profeta, nel 2015 disse: “Voglio entrare nella storia di questo grande club“. Promessa mantenuta già qualche settimana fa, quando è stato tra i protagonisti assoluti del successo in Supercoppa Italiana, primo trofeo per il Milan dopo cinque anni di vuoto. Ieri anche Ignazio Abate, suo capitano e compagno di squadra, lo ha elogiato pubblicamente: “Nessuno si aspettava questo Suso, dobbiamo essere sinceri. Bisogna rendere onore a questo ragazzo che è andato a Genova e si è messo in luce, ha fatto belle prestazioni ed è tornato molto più maturo“. Intanto Montella se lo tiene stretto, alla faccia delle voci di mercato…

https://www.youtube.com/watch?v=AxcDJ3ihZHU

Redazione MilanLive.it