Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – I conti del club rossonero sono in forte passivo da anni ormai. La mancata partecipazione alla Champions League e una gestione tutt’altro che ottimale della società hanno reso il Milan un asset in costante perdita che costringe la proprietà a ripianare gli ingenti rossi di bilancio.

Tra il 2014 e il 2015 sono andati persi circa 180 milioni di euro e per quanto concerne l’esercizio 2016 il passivo sarà di 74.9 milioni. Un dato divulgato dal portale calcioefinanza.it, che ha visionato una bozza del bilancio che sarà presentata nell’assemblea del 18 maggio. L’ultimo bilancio dell’era Berlusconi ha dunque fatto registrare l’ennesima perdita importante e tocca alla nuova proprietà ripianarla.

I ricavi del 2016 si attestano sui 236.1 milioni, in aumento rispetto ai 213.4 milioni del 2015. Questo valore include anche le plusvalenze derivanti dalla cessione di calciatori per 12.2 milioni, in aumento rispetto agli 1.3 milioni del 2015. Al netto delle plusvalenze i ricavi registrati nel bilancio Milan 2016 sono stati pari a 222.9 milioni, in crescita del 11.8 milioni rispetto al 2015.

L’aumento del fatturato è dovuto soprattutto all’incremento di incassi da gare relativi al campionato di Serie A (+10,7 milioni). I ricavi da diritti tv sono cresciuti di 3,9 milioni: 2,7 milioni relativi ai diritti tv della Serie A e 1,2 milioni relativi alla finale di Supercoppa Italiana. I ricavi da sponsorizzazioni sono diminuiti di 4,9 milioni a 59,79 milioni a causa della scadenza di alcuni contratti di sponsorizzazione scaduti il 30 giugno 2016 e non più rinnovati in seguito.

I costi della produzione registrati nel bilancio Milan 2016 sono di 294,3 milioni, in calo di 2,1 milioni rispetto al 2015 (296,4 milioni). Tra i costi sono iscritti anche 3,2 milioni a titolo di indennità di buon uscita relativa a un giocatore (Luiz Adriano) ceduto nel calciomercato di gennaio 2016 e 5,5 milioni inerenti contenzioso con Fondazione Fiera Milano, per il dietrofront sulla costruzione dello stadio al Portello.

 

Redazione MilanLive.it