André Silva
André Silva (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il miglior numero 9 della storia del Milan? I più nostalgici diranno sicuramente Marco van Basten, il cigno olandese che tra fine anni ’80 e inizio ’90 ha regalato gol e colpi di genio alla meravigliosa squadra rossonera che rivoluzionò il calcio e vinse praticamente tutto il possibile, in Italia e nel mondo.

La serata di ieri di André Silva, l’ultimo 9 rossonero in ordine di tempo, ha ricordato da vicino le gesta di Van Basten. Decisivo e ispirato, un po’ come l’olandese nel suo esordio a San Siro datato 23 agosto 1987 in un 5-0 contro il Bari in Coppa Italia. Il portoghese, appena giunto dal Porto, ha fatto anche meglio: doppietta ieri contro lo Shkendija, più un palo e tantissime giocate prestigiose che hanno fatto subito innamorare il pubblico milanista. L’impressione è che i rossoneri abbiano già in casa il verso numero 9, sempre che non diventi schiavo della maledizione di questa simbolica cifra che negli ultimi anni ha portato non troppa fortuna a chi l’ha indossata.

Come ricorda la Gazzetta dello Sport Vincenzo Montella lo ha sempre elogiato, ammettendo che André Silva gli ricordava per movenze e giocate di qualità qualcuno che ha fatto la storia del Milan in passato, magari proprio quel Van Basten del quale intende prendere la giusta eredità. Il repertorio dell’ex Porto è vastissimo: segna da rapace d’area, cerca il gol di tacco per far venire giù lo stadio, dialoga con i compagni. Insomma un centravanti completo capace di rispondere sul campo all’arrivo imminente della concorrenza, visto che Nikola Kalinic è pronto a contendersi il posto con lui.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it