Gabriele Gravina
Gabriele Gravina (foto twitter)

Sarà con ogni probabilità Gabriele Gravina il prossimo presidente della FIGC; finalmente il massimo organismo calcistico italiano avrà un vero e proprio capo al comando.

Gravina, dirigente con grande esperienza anche nel calcio minore, correrà da solo nelle prossime elezioni del 22 ottobre per diventare il nuovo massimo dirigente del nostro calcio. Interpellato da Sportnews.eu oggi Gravina ha scelto di parlare del suo programma che dovrà in qualche modo portare passi in avanti per il calcio nostrano.

Queste le sue promesse dal punto di vista delle riforme e delle nuove proposte: “Serve subito il nuovo codice dei controlli, il nuovo codice della giustizia sportiva, riforma dei campionati. Con l’aiuto del Governo potremo arrivare alla modifica della legge 91, con l’introduzione del semiprofessionismo. Innanzitutto dovremo stabilire le modalità legate ad un format, poi intervenire sulla parte della certezza delle norme e delle sanzioni. Quando ci sono riferimenti certi nell’applicazione delle norme soprattutto sulle iscrizioni, questi episodi vengono eliminati alla fonte”.

Importanti anche le parole di Gravina sulla riforma riguardante i nuovi stadi di proprietà: “Bisogna trovare la soluzione. Enunciare i temi, i problemi senza proporre soluzioni credo sia un modo come un altro per delegare le responsabilità. Io per cultura le prendo, le so gestire. Cercherò di elaborare tante idee per portare a casa progetti importanti anche in un settore fondamentale come quello delle infrastrutture”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it