Rodrigo De Paul
Rodrigo De Paul (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Brasile e Argentina, il nuovo Milan di Elliott Management Corporation si affaccia nella culla del calcio per un brillante futuro. Lucas Paquetá già preso, Rodrigo De Paul in procinto di: in attesa dei campioni come un tempo, potrebbe ripartire da loro il Diavolo del domani.

Zlatan Ibrahimovic del resto è solo una soluzione ponte per l’inderogabile meta Champions. Parentesi svedese a parte, il club punta in prospettiva. E l’ultima idea porta proprio al talento albiceleste dell’Udinese che continua a stupire. Anche ieri è arrivata l’ennesimo segnale: in un momento estremamente delicato e contro una big, il 24enne di Sarandí ha trascinato i suoi con personalità e autorevolezza.

Calciomercato Milan, De Paul al posto di Calhanoglu in estate?

Il messaggio è chiaro: i due anni in Friuli sono serviti, ora è assolutamente pronto per una grande squadra. Nel caso poi dovrà certamente adattarsi in una dimensione maggior, ma ha già dimostrato il carattere giusto per certi livelli. Leonardo, che in termini di fiutare grandi promesse ne sa qualcosa, si è già mosso con larghissimo anticipo per lui. Anche tra lo stupore generale in realtà, considerando appunto tempistiche e dinamiche d’attualità. Ma proprio così il dirigente brasiliano ha sbaragliato la concorrenza del Paris Saint-Germain per il talento carioca in arrivo a Milanello. Con la stessa dinamica, ora prova a beffare Inter e big varie.

I contatti sono stati già avviati, sia con l’Udinese che con l’entourage del giocatore. Improbabile uno scenario invernale considerando anche le impellenze di classifica dei bianconeri, ma le parti potrebbero lavorare per raggiungere un’intesa di massima o concreta a gennaio per poi confermare il tutto a giugno. L’Inter, forte dell’arrivo ormai imminente di Giuseppe Marotta, però non molla. Del resto l’ex Ad juventino conosce bene il talento scuola Racing Club, poiché in passato la Juventus fu molto vicino al giocatore per poi lasciarsi beffare in extremis dal Valencia.

Per quanto riguarda il Milan, Hakan Calhanoglu potrebbe invece avere un ruolo chiave in questo discorso. Sia economicamente che tatticamente. Il numero 10, infatti, finora non ha mai confermato i livelli del primo semestre con Gennaro Gattuso. Piuttosto, causa acciacchi fisici e problemi familiari, si è visto un avvio di stagione anche al di sotto gli standard notoriamente noti. Considerando che le interessate in Bundesliga non mancano, potrebbe quindi diventare un sacrificato speciale proprio per arrivare talento albiceleste lasciandogli pure il posto in campo. Tra i due, infatti, ci sarebbe una staffetta quasi perfetta: il sudamericano è più attaccante, ma i profili sono fondamentalmente simili. Carpe diem, come suggerisce l’eterno Orazio. Il tesoretto per arrivare a De Paul potrebbe essere già in casa.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it