Cesare Prandelli
Cesare Prandelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Lunedì Genoa-Milan si giocherà ufficialmente alle ore 15: decisione che negli ultimi giorni ha fatto molto discutere. Ne ha parlato, intervistato da Repubblica, anche Cesare Prandelli.

L’allenatore del Grifone ha detto la sua in merito alla scelta di giocare un match di cartello per la città, nel pomeriggio di un giorno infrasettimanale, nonostante le proteste dei tifosi e la richiesta del Comune di Genova: “È una brutta sconfitta perché la città avrebbe meritato un orario diverso, perché le persone che lavorano vanno rispettate, chi ha pagato l’abbonamento come i nostri 18 mila abbonati ha altri impegni. E’ una città che lavora, una città in difficoltà. È una sconfitta per tutti. Spero non ci siano troppe cose assieme perché abbiamo già il Milan da affrontare. Mi auguro di poter scendere in campo e trovare i tifosi vicini. Abbiamo bisogno della gente perché noi lavoriamo per la gente. Capisco la contestazione e l’amarezza. Questo è un calcio che per i tifosi è difficile da accettare. Ma noi dobbiamo essere seri e professionisti e spero che i miei giocatori non rimangano condizionati da questi eventi”.

Piatek è molto vicino al Milan, come ormai noto. L’attaccante polacco è ancora un giocatore del Genoa, e Prandelli ne ha così parlato: “Io sono abituato a parlare di cose reali e concrete e al momento non c’è ufficialità, non c’è nulla. Il ragazzo anche oggi è arrivato tra i primi e si allena in maniera seria e meticolosa. Quindi solo quando e se ci sarà l’ufficialità potrò rispondere, in questo momento siamo concentrati sulla partita, su quei giocatori che devono dare più di quello che immaginiamo perché sarà impegnativa sotto tutti i punti di vista”.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sul calciomercato MilanCLICCA QUI <<

Sul possibile sostituto di Piatek contro il Milan: “Nelle situazioni che abbiamo provato ci potrebbe essere Favilli, ma anche Pandev o altri giocatori. L’importante è che tutti siano pronti anche a partita in corso. Mi piace quando arrivo ad una giorno dalla gara ed ho ancora dei dubbi, vuol dire che i ragazzi stanno lavorando bene”.

Infine un parere sul Milan e sul collega Rino Gattuso: “Hanno una rosa importante e rappresenta una società blasonata. Mi aspetto una squadra super motivata con voglia di portare a casa i punti, come noi. A noi manca dopo tre settimana il ritmo partita e per me la difficoltà saranno i primi 15 minuti, dovremo essere nella gara e ribattere colpo su colpo. Gattuso? Ho grande stima in Rino , è sempre se stesso. Una persona di grandissima sensibilità. Un grande allenatore che sta bruciando le tappe, una persona umile e mi piace molto come tecnico”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it