L’esultanza di Jesus Suso (©Getty Images)

NEWS MILAN – Più forti del destino. Nel pieno di una tempesta, il Milan trova comunque la sua trebisonda e ne esce vincitore. Tra la vicenda di Gonzalo Higuaín, l’amarezza della Supercoppa, le assenze e la pressione delle rivali vittoriose, al Marassi arriva una prestazione di grande carattere da parte della squadra di Gennaro Gattuso.

Come sottolinea La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, i rossoneri sono diventati più saggi e furbi e continuano così la scalata verso la Champions League. Ieri la formazione milanista ha concesso qualcosa, ha rischiato, ma alla fine ha recupera e ribaltato proprio come accaduto con la Sampdoria in Coppa Italia. La formazione milanista ha imparato a tener botta e colpire quando l’avversario non ne ha più, nonché un chiarissimo segnale di maturità.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

E quanto visto ieri in mediana – aggiunge il quotidiano – spinge inevitabilmente il tecnico a qualche riflessione. Hakan Calhanoglu, infatti, è stato protagonista di una prestazione di assoluto rispetto nel ruolo di mezzala: non male in quella zona del campo, soprattutto quando prende palle e imposta con geometrie brevi o lanci lungi. Una nuova soluzione per il turco – propone la rosea – potrebbe essere quello di impiegarlo alla Miralem Pjanic accanto al roccioso Tiémoué Bakayoko e spostando Lucas Paquetá sulle trequarti dove può far male all’avversario. Il brasiliano, tra l’altro, anche ieri ha mostrato la sua smisurata qualità colpendo pure un palo e con diverse giocate mozzafiato. Probabilmente, quindi, è quella la sua zona calda. Intanto il Diavolo si rinvigorisce: niente goal in quattro delle ultime sei partite. Grandi passi avanti anche in tal senso.

 

 

Redazione MilanLive.it

 

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it