Nocerino: “Grato al Milan. Ibra? Se non hai carattere ti affossa”

Nocerino

MILAN NEWS – Per un periodo è stato il bomber per caso del Milan, un calciatore che dalla provincia si è adattato meravigliosamente all’ambiente rossonero.

Antonio Nocerino ha vissuto alcune stagioni importanti dalle parti di Milanello; arrivato nel 2011 dopo l’ottima esperienza di Palermo, il centrocampista nativo di Napoli ha lasciato il segno per il suo spirito di sacrificio sempre altissimo e la sua corsa prorompente, tanto che all’epoca in molti lo esaltarono come ideale sostituto di Gennaro Gattuso.

>> Per seguire tutti gli aggiornamenti sulle news MilanCLICCA QUI <<

Nocerino è tornato a parlare oggi, al portale Gianlucadimarzio.com, con un’intervista in cui ha ripercorso gran parte della sua carriera, al momento ferma visto che il centrocampista è senza squadra dopo la fine dell’avventura a Benevento. Splendidi i ricordi rossoneri di Nocerino, che torna ad elogiare quella che fu una squadra piena di campioni: “Ai rossoneri dico grazie per un motivo: con loro ho imparato a lavorare a mille all’ora. Nesta, Thiago Silva, Kakà e Ibrahimovic: in squadra con me c’erano solo top player, si lavorava a ritmi che non avevo mai visto prima”.

L’ex Milan aveva un feeling speciale in campo proprio con Ibrahimovic, raccontato con aneddoti molto particolari: “Arrivai al primo allenamento e mi preparai per giocare in partitella. Al primo contrasto con Ibrahimovic, Zlatan mi diede un’ancata e finii cinque metri più in là. “Cominciamo bene!”, pensai. Dopo un po’ di tempo ho capito come funzionava: con Zlatan c’era poco da scherzare. Pretende sempre il massimo in ogni occasione, che sia una partita oppure un allenamento. Tanti, come me, ne hanno tratto un vantaggio enorme. Una volta che ti abitui a non perdere la concentrazione, gli errori diminuiscono e lavori sempre al 100%. Se non hai carattere, Ibra ti affossa. Se vuoi giocare con lui, devi ragionare come un vincente. I miei 11 gol merito suo? Basta con questa storia – ha risposto ironicamente Nocerino -. Quell’anno Zlatan mi fece appena due, tre assist. Il resto, me lo sono dovuto procurare da solo…”

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it