News Milan: Marco Giampaolo è ufficialmente il nuovo allenatore rossonero.

Marco Giampaolo (Foto AC Milan)

Marco Giampaolo ha firmato con il Milan: sarà il prossimo allenatore. L’ormai ex Sampdoria è stato scelto da Paolo Maldini come il tecnico per avviare questo nuovo corso a tinte rossonere. A lui l’arduo compito di riportare in alto il ‘Diavolo’.

I dettagli del contratto non sono stati rivelati ufficialmente, ma ci sono le cifre: 2 milioni per due anni con opzione per il terzo. Lo stipendio è uguale a quello percepito da Gennaro Gattuso, il quale ha dato le sue dimissioni a inizio giugno dopo aver chiuso al quinto posto lo scorso campionato di Serie A. Adesso il Milan riparte da Giampaolo, reduce da quattro stagioni ad alto livello fra Empoli e Sampdoria. Lascia Genova dopo tre anni in continuo crescendo. Questa possibilità è quel treno che passa una volta nella vita e non poteva rifiutare.

Giampaolo-Milan: è ufficiale

Il Milan tramite il proprio sito ha pubblicato il comunicato ufficiale: “AC Milan comunica che, a partire dal 1° luglio 2019, affiderà la conduzione tecnica della Prima Squadra a Marco Giampaolo, attraverso un contratto con il Club rossonero fino al 30 giugno 2021, con un’opzione per il rinnovo fino al 30 giugno 2022.

Marco Giampaolo, nato a Bellinzona il 2 agosto 1967, ha collezionato 270 panchine in Serie A, 324 in totale considerando tutte le competizioni.
Ha avviato la sua carriera da tecnico nel 2000, a Pescara, conseguendo il master per allenatori a Coverciano nel luglio del 2007. Ha poi allenato in svariati Club, tra cui Cagliari, Siena, Catania, Cesena, Brescia e Empoli. Dall’estate del 2016 ha avviato una positiva esperienza alla guida della Sampdoria. Ora, Marco Giampaolo inizierà a lavorare con la squadra a partire dal prossimo 9 luglio, giorno del primo allenamento stagionale a Milanello”.

Giampaolo è il nuovo allenatore del Milan, così come vi raccontiamo ormai da diverse settimane. Lo ha scelto personalmente Maldini, appoggiato anche da Zvonimir Boban e Ivan Gazidis. Con lui si apre un nuovo ciclo che punta al bel gioco e alla valorizzazione dei giovani. Compiti normali per lui, abituato a questo tipo di lavoro. Lo ha fatto splendidamente con l’Empoli e poi anche alla Sampdoria in questi ultimi tre anni. In quanto a idee e mentalità, è quello che più si avvicina a Maurizio Sarri. Punta sul controllo della partita, del gioco e del pallone. Il suo è un calcio che guarda avanti e mai indietro. Il suo modulo di riferimento è il 4-3-1-2, ma non è mai stato un integralista. C’è grande curiosità su come imposterà il Milan. Ma c’è bisogno ancora di tempo prima di avere le idee più chiare. Intanto… In bocca al lupo, mister!

 

Redazione MilanLive.it