Donnarumma-Cutrone, sacrifici d’oro per il Milan: la situazione

Patrick Cutrone Gigio Donnaurmma
Patrick Cutrone e Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – Gianluigi Donnarumma e Patrick Cutrone: potrebbero essere loro i grandi sacrificati di Elliott Management Corporation. Una doppia cessione dolorosa ma necessaria. Come infatti riferisce La Gazzetta dello Sport oggi in edicola, dalle loro cessioni d’oro arriverebbe cash fresco da reinvestire quest’estate e rinforzare così il nuovo Milan di Marco Giampaolo.

I più piccoli ma anche i più grandi. I due gioielli milanisti – puntualizza la rosea – sono infatti i più giovani della rosa ma al contempo anche quelli che potrebbero garantire i maggiori ricavi. 50 milioni di euro per l’estremo difensore, 25 per l’attaccante: un toccasana per le casse in virtù del fair play finanziario.

Calciomercato Milan, Donnarumma tra PSG e Manchester United

Per quanto riguarda Gigio, il Paris Saint Germain si è portato avanti rispetto al Manchester United ma nulla è scontato. Trenta milioni di euro più Alphonse Areola: è questa l’attuale offerta del club transalpino. E l’operazione sull’asse Milano-Parigi in effetti – assicura il quotidiano – si svolgerebbe proprio su questa direzione: Donnarumma sotto la torre Eiffel e il collega classe 93 a San Siro. Non sono possibili percorsi alternativi: l’affare – assicura la Gazzetta – si farà solo se comprenderà lo scambio. E i contatti nel frattempo sono diretti, anche perché tra l’ex Leonardo e Paolo Maldini c’è un rapporto ormai noto e Zvonimir Boban anche è stato compagno di squadra del neo dirigente del PSG.

Il Milan però non ha fretta, e aspetterà che tutte le pretendenti si facciano avanti per poi cedere a chi offrirà di più. Il ricavato sarà immediatamente reinvestito, a centrocampo ancor prima che tra i pali nel caso non arrivasse Areola. La priorità, data comunque la presenza di Pepe Reina, è infatti un regista di primo livello, con la dirigenza si muove già con discrezione per non trovarsi in gara con la concorrenza. L’addio di Donnarumma, oltre ad aiutare il mercato in entrata, sarebbe ossigeno puro anche per il monte ingaggi, considerando i 6 milioni stipendio per un totale lordo di 24 in virtù di due anni di contratto. E la necessità di alleggerire anche questo budget è un’altra giustificazione al possibile sacrificio del giocatore.

Milan, tre club interessati per Cutrone

Sullo sfondo c’è poi anche il baby Cutrone, autore di 18 gol nella stagione 2017-18 e protagonista di un destino singolare. Nonostante abbia scalato le gerarchie nell’era cinese e messo le strette Gonzalo Higuain in questa nuova, l’attaccante di Como si è comunque ritrovato ai margini causa un Krzysztof Piatek e una media fantascientifica. Il Milan ora ha deciso di puntare tutto sul centravanti polacco e di richiamare nel frattempo André Silva, così gli spazi diventano sempre più stretti e la concorrenza raddoppia. Fiorentina, Torino e Sassuolo – assicura il giornale – sono già pronte all’offensiva e a scatenare un’asta.

 

 

Redazione MilanLive.it