CALCIOMERCATO MILAN RINNOVI 2011 – Un mese per dare la spallata al campionato. E tracciare il futuro rossonero. L’appuntamento è a Dubai, con due scadenze fondamentali. In quei giorni, al caldo degli Emirati Arabi, Allegri ricaricherà il gruppo con una preparazione ad hoc per l’anno nuovo. E poi ci sarà il blitz di Adriano Galliani per avviare il dialogo sui rinnovi di contratto più caldi. Presumibilmente intorno a Capodanno. Il calendario è presto fatto: i rossoneri sbarcano a Dubai il 27 dicembre, dove si tratterranno sino al 3 gennaio. E a Capodanno viene ora preannunciato l’arrivo dell’a.d. rossonero. Per fare gli auguri e disegnare il 2011. Una scadenza significativa, visto che tanti protagonisti di questa cavalcata sono in attesa di giudizio. Contratti caldi In rosa i giocatori in scadenza sono ben otto. E molti di loro hanno un peso tecnico rilevante, a dispetto dell’età. Un caso su tutti: Pippo Inzaghi. Il centravanti non vuol smettere e per lui un contratto è sempre pronto. Ma ogni discorso va rinviato fatalmente a primavera, quando tornerà a correre. Futuro Nesta Un capitolo a parte merita Alessandro Nesta. Il difensore continua o no? Il giallo delle ultime ore appare destinato a un lieto fine. Nesta alla fine pare orientato a restare rossonero e Galliani è ben disposto ad assecondarlo. Basta sedersi attorno a un tavolo. Appunto. A Dubai potrebbe essere l’occasione (tra un brindisi e l’altro) per porre le basi di un dialogo che fatalmente comporterà tempi a medio termine. Il budget Il Milan è di fronte ad un bivio importante. Gli ingaggi in scadenza pesano per circa 80 milioni di euro lordi. E la scelta di rinnovare presuppone anche un dimagrimento dei costi. Machi accetterà questa filosofia? Ad esempio Andrea Pirlo si prepara all’ultimo grande contratto della sua carriera. In cambio di un triennale potrebbe anche accettare una decurtazione. E’ vero che Ancelotti e Guardiola lo « rapirebbero » volentieri, ma anche il bresciano è troppo legato ai colori rossoneri per non continuare a dare una priorità alle proposte di via Turati. Alla stessa maniera è difficile pensare che Clarence Seedorf decida di voltar pagina per una questione economica. Del resto il feeling con Allegri testimonia la sua importanza anche come uomo-spogliatoio. Incertezze Messa così l’ossatura di questa squadra è destinata a restare intatta. Ma non mancano gli interrogativi. Il principale riguarda ovviamente Ronaldinho. La sua utilizzazione a singhiozzo evidentemente fa pensare a una separazione ineluttabile. Anche perché l’ingaggio di 7,5 milioni netti non appare più in linea con gli equilibri gestionali del club. Ed è fatale che Dinho si guardi intorno. Che siano i Galaxy o chicchessia. Comunque è dura che il Milan lo lasci andar via a gennaio. Invece a Jankulovski il via libera verrebbe dato subito. Per lui il rinnovo è escluso. In attesa infine è il portiere Roma: ma senza affanni.

Fonte: Gazzetta dello Sport