CALCIOMERCATO MILAN MACCARONE PALERMO – Una punta subito e una a giugno. Massimo Mac­carone – o una delle possibili alternative – nel mercato di ri­parazione per prendere il po­sto lasciato vacante dall’infor­tunato Pippo Inzaghi; Mario Balotelli in estate in vista del­la stagione 2111-12 quando il Milan potrebbe non avere più in rosa Ronaldinho o chissà… Pato. Il Milan, che ora si pog­gia su Ibrahimovic, cerca dunque nuovi gol nei piedi di due “supereroi” italiani: Big-Mac e Supermario.

L’INNESTO INVERNALE Esclusi – al momento, perché nel calcio il “non si sa mai” è legge… – per ragioni differenti sia Alessandro Matri che Ka­rim Benzema( Cagliari e Real non li mettono in vendita), il Milan sta guardando altrove per cercare un rimpiazzo di In­zaghi. A Milanello l’identikit perfetto era ed è quello di Al­berto Paloschi, ma l’erede de­signato di Superpippo è infor­tunato da mesi e in molti cre­dono che sia una scommessa non praticabile quella di pun­tare sul pur bravo Paloschi in una stagione in cui il Milan non può non permettersi di vincere almeno lo scudetto. Meglio lasciar recuperare con calma l’ex stella della Primave­ra e fargli finire la stagione in quel di Parma. Dunque la diri­genza sta cercando altrove il giusto nome per l’attacco e in società si sta facendo sempre più forte l’idea di puntare su un altro ragazzo uscito dal vi­vaio rossonero: Maccarone.

STRADA PERCORRIBILE L’attaccante, dopo ottime sta­gioni a Siena, in estate si è ac­casato a Palermo. All’inizio sembrava destinato a ricoprire un ruolo importante, in virtù anche della cessione di Cavani. Il presidente Zampa­rini, però, ha regalato a Delio Rossi un attaccante in più ( Pinilla, oltre ai già presenti Miccolied Hernandez) e a fi­ne mercato ha inserito in rosa un altro elemento offensivo che si è rivelato decisivo in queste prime fasi di campionato, Ili­cic.Rossi ha puntato sul neo acquisto come partner di Pa­store, lasciando così un solo posto in attacco, prima occupa­to da Hernandez, quindi da Pi­nilla e ora da Miccoli. Per Mac­carone 13 presenze in A, ma quasi tutte dalla panchina vi­sto che ha messo insieme solo 311 minuti. Maggiore gloria in Europa League (6 partite, 3 gol), ma è chiaro che a giugno Maccarone si aspettava un im­piego differente. La punta si trova comunque bene in Sicilia e non vuole lasciare Palermo, ma è ovvio che se il Milan bus­sasse alla porta di Zamparini, il ragazzo (cercato anche da al­tri club come Sampdoria e Ju­ventus) non direbbe di no. Il Milan potrebbe proporre un acquisto in comproprietà, of­frendo in cambio il difensore Onyewu (il Palermo ha chie­sto da tempo informazioni sul­lo statunitense), ma potrebbe avere BigMac anche in presti­to, visto che Zamparini non vorrebbe perderlo dopo 6 mesi.

Fonte: Tuttosport