Un Milan in costante rincorsa verso lo scudetto nonostante i numerosi infortuni che continuano a perseguitare la squadra di Allegri. La costante convalescenza di Pato che tra campo e infermeria continua a non essere disponibile, oltre all’infortunio in cui è incorso il ritrovato Pippo Inzaghi nella partita col Palermo. Ora, però, sono altri i problemi che colpiscono i rossoneri: Thiago Silva e Flamini, ko durante la sfida di Champions League contro l’Ajax, fermi per tre-quattro settimane. Due infortuni pesanti e due gol subiti: oltre al danno anche la beffa. La pausa natalizia potrebbe garantire alla squadra qualche buon recupero per ridurre l’emergenza al minimo sindacale: la Champions infatti si ferma per un po’ e il campionato va davvero in ferie e non in sciopero. Domenica a mezzogiorno, però, contro il Bologna torneremo al solito gioco-Milan cui Allegri ha prestato molta attenzione finora, con Gattuso e Ambrosini, oltre a Pirlo, tornato in pianta stabile a completare il 4-3-1-2 della squadra. L’attacco sarà nuovamente composto da Seedorf dietro le punte Robinho e Ibrahimovic, il campione dalla fantasia inesauribile. Il 10 dicembre ai microfoni di Studio Sport XXL lo svedese ha rilasciato molte dichiarazioni tra cui la più significativa per lo spirito rossonero recita: <<Stiamo già dimostrando di essere i più forti, dobbiamo solo continuare così e il Milan vincerà tutto>>. Tutta la tifoseria rossonera esulterà alle sue parole. Dopo un anno vissuto nelle retrovie è ora di tornare a vincere, davvero.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it

L'infortunio di Pippo Inzaghi: altro brutto colpo per Allegri