Allegri: uno sguardo sereno guarda al presente e al futuro del Milan

MILAN, ALLEGRI E LE MOTIVAZIONI DEI ROSSONERI – Nel dopo partita Udinese-Milan, Massimiliano Allegri, ai microfoni di Rai Sport ha parlato delle motivazioni con cui sono andati ad affrontare l’ultima giornata: “Ci tenevamo a finire bene”, anche perché gli avversari non sarebbero scesi in campo tranquilli ma decisi e determinati a raggiungere i preliminari di Champions League: “L’Udinese aveva sicuramente delle motivazioni differenti dalle nostre, ci ha messo in difficoltà, soprattutto per 15 minuti molto intensi nella seconda frazione di gioco, poi però, abbiamo ripreso il controllo della situazione”. Parlando dell’addio di Pirlo afferma: “Andrea è un giocatore straordinario, è rimasto al Milan per dieci anni e quello che ha fatto resterà indelebile. Abbiamo fatto però delle valutazioni, io in quanto allenatore, lui come giocatore e la società dal punto di vista contrattuale. Posso dire che la decisione finale è stata consensuale”. Una decisione che speriamo di non rimpiangere mai, una decisione presa all’unanimità, per esigenze differenti ma con lo stesso risultato.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it