Due anni fa, il 9 giugno 2009, il presidente del Real Madrid, Florentino Perez annunciava al popolo spagnolo l’acquisto di Kakà per 65 milioni di euro con un contratto faraonico di sei anni a 9 milioni di euro netti a stagione.

In questi due anni, l’ex pallone d’oro, ha avuto un rendimento al di sotto delle aspettative, colpa anche della fastidiosa pubalgia che lo ha colpito.

La sua permanenza in Spagna dipende solo da Mou, il quale secondo il quotidiano spagnolo Marca, avrebbe individuato in Nejmar, astro nascente del Santos, il suo sostituto. Kakà, scrive ancora il giornale, vorrebbe restare a Madrid per dimostrare ai dirigenti delle merengues che su di lui possono ancora contare e chiudere definitivamente un conto aperto con i tifosi. Ma in due anni le cose sono cambiate è l’ultima amarezza , l’ex rossonero l’ha ricevuta durante la partita di Champions contro il Lione, quando i tifosi lo fischiarono e il tecnico lo sostituì. Da quel momento si capì che Kaka non avrebbe più giocato nei galacticos.

Con queste premesse, il  Milan sembrerebbe intenzionato a far ritornare in patria “il figliuol prodigo” e rimettergjli la casacca  rossonera. Bisogna capire, però,  che intenzioni hanno quelli del Real. Si, d’accordo all’epoca è costato una tombola ma devono farsene una ragione : se vogliono disfarsi di lui  lo devono inserire, gioco forza,  tra i saldi di fine stagione, anche perchè lo stesso giocatore  avrebbe  fatti il primo passo accettando  di ridursi lo stipendio e dando l’Ok ai sei milioni di euro proposti dai vertici di Via Turati.  Insomma, tutto lascia supporre che la prossima stagione Ricardo Kaka potrebbe calpestare di nuovo il manto erboso del San Siro.

di Vincenzo Martusciello

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it