CALCIOMERCATO MILAN- E’ la grande passione di Galliani, il sogno dei tifosi rossoneri e l’incubo dei cugini nerazzurri. Mario Balotelli al Milan è un romanzo alla Wilbur Smith, fitto di intrecci, ammiccamenti e colpi di scena. Al momento Super Mario è incedibile, si è sbloccato con i citizens e mister Mancini lo ha posto al centro del suo progetto “Pigliatutto”, ma la simpatia reciproca con il Milan non può svanire nel nulla. Ma ecco che il buon Wilbur, nettamente più affezionato alla sua terra africana rispetto a Mario, mette in scena la figura profetica di Ernesto Paolillo, amministratore delegato dell’Inter. In una lunga intervista rilasciata a Il Giornale, il direttore nerazzurro affronta vari temi, non ultimo quello legato a Mario Balotelli, con il quale è molto legato. “L’ho visto crescere giorno per giorno e ho sempre visto in lui un grande campione, maturerà e porterà alto il nome dell’Italia”- assicura Paolillo. E su un suo eventuale ritorno a Milano, dall’altra sponda dei Navigli, si lascia sfuggire: “Mario al Milan? Sono cose che capitano”. Tutto può capitare nella giungla, come Wilbur e il calcio ci insegnano, specie con due cacciatori di prede come Mino Raiola e Adriano Galliani. E come nella famosa opera dello scrittore zambiano, i due sembrano sussurrare a SuperMario:”Ci rivedremo all’inferno”…rossonero.

Davide Capogrossi – Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it