CALCIOMERCATO MILAN – Esce nuovamente allo scoperto l’agente di Stephan El Shaarawy, Roberto La Florio. Il procuratore del giovane attaccante del Milan ha parlato a 7 Gold del futuro del proprio assistito ribadendone l’incedibilità.

Queste sono ipotesi per ora giornalistiche. Il Milan non mi ha mai manifestato questa volontà. Ci fa piacere che certe squadre sono interessate ma sono convinto che il ragazzo, pur non giocando tantissimo in questi mesi, ha acquisito personalità ed esperienza, perché allenarsi con certi giocatori è comunque una cosa importante. Chiaro che i giovani devono giocare, però ripeto, il Milan fino ad oggi non ha mai ufficializzato una ipotesi di questo tipo. Gli addetti ai lavori possono anche dirlo sulla base di alcune richieste che abbiamo avuto, a chi non farebbe piacere avere in squadra un giocatore come El Shaarawy, ma il Milan non ci ha ancora detto niente. Ho parlato molto con lui e lui preferirebbe rimanere al Milan, perché si rende conto di quello che ha imparato in questi mesi e soprattutto dell’assistenza che ha ricevuto, perché non dimentichiamoci che quando ha fatto i primi esami sulla forza è risultato il più scadente, così hanno deciso di fermarlo per un mese per permettergli di potenziare, cosa che poteva succedere solo in una squadra di livello come il Milan. In questo momento è in ottima condizione fisica e si sente pronto, poi è chiaro che ci sono delle scelte, delle priorità e dei valori. In Italia, gli allenatori in generale fanno fatica a far giocare un giovane del genere. Purtroppo questa è la nostra cultura. Gli allenatori, dopo tre partite sbagliate, vengono mandati a casa e questo li porta a fare le cose con parsimonia, perché non si fidano“.

Non ci sono vincoli in questo senso. Quando abbiamo fatto il contratto il dottor Galliani ha fatto un ragionamento logico. Gli ha detto: ‘Sei venuto qua perché riteniamo che tu possa essere il futuro del Milan, per questo motivo abbiamo fatto questo blitz per prenderti dal Genoa. Tu rimarrai qua, qualsiasi cosa succeda, crescerai nel Milan’. Nel calcio tutto può cambiare, ci mancherebbe. Se il Milan deciderà che il ragazzo ha bisogno di altri sei mesi di crescita in un’altra squadra, mi auguro di serie A, lo valuteremo insieme, indipendentemente dal fatto che arrivi Maxi Lopez o un altro attaccante“.

La redazione di Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore