CALCIOMERCATO MILAN – Getta un po’ di ombre sulla trattativa fra Tevez e il Milan, Stefano Boldrini, corrispondente da Londra della Gazzetta dello Sport. Intervistato da Radio Radio il giornalista sportivo ha infatti confessato: “Occhio alle voci di un drastico taglio dell’ingaggio di Tevez pur di vestire i colori rossoneri: né lui e né tantomeno il suo agente hanno intenzione di fare sconti sullo stipendio annuo”. Boldrini ha cercato di fare chiarezza sull’operazione: “Il Milan si è mosso per primo su Tevez e il calciatore ha dato la precedenza e la preferenza ai rossoneri. Su queste basi è stata intavolata la trattativa tra Galliani e il procuratore dell’argentino sulla base del prestito con diritto di riscatto, anche se manca l’ok del Manchester City che, al contrario, vorrebbe monetizzare con la cessione a titolo definitivo. La proposta economicamente migliore è così arrivata dal Paris Saint Germain, anche per i rapporti di parentela che intercorrono tra le due proprietà; in più ai francesi serve un centravanti, già cercato vanamente in estate con i rifiuti di Berbatov e di Borriello. Il Psg sembra essere passato in vantaggio, anche se il Milan gode dell’assoluta preferenza da parte del calciatore. Il terzo incomodo, ovvero la Juventus, a me appare molto defilato e non credo che possa ostacolare più di tanto la trattativa. Per il Milan, quindi, l’intoppo maggiore potrebbe essere rappresentato dalla volontà del Manchester City di fare cassa con Tevez, considerato anche il passivo economico con cui deve fare i conti la società inglese; inoltre, la retrocessione della squadra di Roberto Mancini dalla Coppa dei Campioni alla Coppa Uefa non aiuta di fatto né le casse inglesi e né il fidanzamento Tevez-Milan”.

La redazione di Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it