CALCIOMERCATO MILAN – Allegri scende a patti. Sembra che la rinnovata fiducia da parte della società abbia imposto qualche paletto all’allenatore livornese, che da quest’anno sembra voler abbandonare il suo stile equilibrato e muscolare per far spazio a tecnica e fantasia. Lo dimostrano ad esempio le dichiarazioni in merito allo spostamento di Emanuelson sulla fascia sinistra difensiva o il piazzamento di un giocatore tecnico ed offensivo come Montolivo davanti alla difesa. Già, Montolivo, che sembrava destinato al balottaggio con Nocerino e Muntari per un posto da mezz’ala nel rombo allegriano, potrebbe accomodarsi davanti a Thiago Silva per cercare di impostare la manovra. Non proprio il ruolo più congeniale al centrocampista di Caravaggio, in quanto per doti tecnico-tattiche e tempi di gioco sembra più adatto ad un ruolo da interno di centrocampo, in quanto capace di proseguire la manovra offensiva, magari sfruttando i suoi tempi di inserimento ed il tiro dalla media-lunga distanza. Non proprio l’erede di Pirlo dunque, in quanto sprovvisto di esperienza nel ruolo e tempi di gioco ottimali per servire i suggerimenti degli incursori offensivi di turno(Ibra. Boateng, il Noce o chi per loro), come dimostrano le prestazioni in nazionale, ottimali quando ha giocato come centrale di centrocampo nel 4-2-3-1 di Prandelli, senza il peso dell’impostazione della manovra iniziale, ma con più libertà di movimento ed inserimento. Detto ciò, non si può escludere a priori che l’ex viola possa calarsi alla perfezione nel ruolo, magari agevolato dal cambio di modulo, da palcoscenici importanti e da compagni più esperti che potrebbero agevolarne la crescita, facendogli fare il definitivo salto di qualità che gli è sempre mancato.

Samuel Sanapo – Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it