Milan » Milan News » Milan-Bologna, Allegri: Se non avessi entusiasmo sarei andato via. Si gioca per vincere

Milan-Bologna, Allegri: Se non avessi entusiasmo sarei andato via. Si gioca per vincere

BOLOGNA-MILAN, ALLEGRI – Ecco le parole del Mister prima della sfida contro il Bologna, prima trasferta dell’anno con Bojan arma in più: “Credo che l’ultima settimana di mercato sia stata ottima, hanno tutti grandi qualità e xi saranno utili, Niang deve crescere, Bojan lo conosciamo bene ed è sicuramente forte, De Yong va a coprire un ruolo in cui per ora abbiamo solo Ambrosini e quindi anche lui è un acquisto importante. Con lo scambio Cassano-Pazzini abbiamo trovato la prima punta, poi c’è Pato, avevamo solo bisogno di aumentare il settore tecnico di squadra e Bojan è l’arrivo perfetto. Non c’è tanto da rivoluzionare, ci si adatterà cercando di dare pochi punti di riferimento agli avversari, dobbiamo continuare a cerxare di mantenere un numero di gol alto. Ibrahimovic aiutava molto i centrocampisti, lui è un campione, non tutte le squadre hanno grandi campioni perxhé non ce ne sono tantissimi, dovremo adattarci. Se non avessi avuto entusiasmo sarei andato via, ovviamente so che smantellando una squadra bisogna ripartire da zero, anche perché abbiamo una squadra molto giovane, tutti devono migliorare e crescere, dobbiamo dimenticarci il vecchio Milan. Non avremmo dovuto perdere contro la Sampdoria perché non meritavamo di perdere, abbiamo giocato male tecnicamente ma non meritavamo quel risultato, ho visto come giocano gli altri e non mi sembra che siano meglio di noi. Abbiamo bisogno di autostima, quindi sarà necessario vincere, ci vogliono risultati ma chiaramente tenendo conto che sono tutti nuovi. Si gioca sempre per vincere. La squadra si è rinforzata e noi lottiamo per ottenere il massimo, in Campionato e in Champions. A me lo scetticismo che gira intorno alla squadra non piace per niente. Lasciateci giocare, il campo dirà la sua. Credo che il mercato sia chiuso. Con i giocatori che ho a disposizione ho tante variabili da attuare nel corso del campionato. Abbiamo i giocatori per giocare a 3 dietro ma credo che rimarrò sul solito sxhema. De Yong viene con noi e starà in panchina, se reputerò necessario lo farò giocare, si aggrega oggi sul treno, non conosce nessuno quindi bisogna dargli tempo. Davanti giocheranno El Shaarawy e Pazzini con Boateng trequartista. La prima punta attuale ha caratteristiche diverse dagli scorsi anni quindi bisogna dare il tempo a tutti di entrare nella parte e di conoscersi. Ho una rosa molto equilibrata con molti giovani da far crescere con il tempo, Niang sarà tutto l’anno con noi. Il girone di Champions è molto diverso da quello dello scorso anno, potrebbe essere un girone semplice ma non è del tutto vero perché c’è molto equilibrio, bisogna cercare di partire bene, sia Zenit che Malaga che Anderlecht sono squadre che sicuramente saprano farci soffrire, non si può pensare siano squadre materasso, dovremo giocare bene. Non sono mai stato pessimista, è solo oggettivo che la Juventus sia ancora la favorita. Noi comunque lotteremo per il campionato, poi vedremo. Ho vinto uno scudetto quando nessuno ci avrebbe scommesso, quindi anche quest’anno potrebbe andare così. La Juve ha fatto un buon mercato confermando la rosa di questa stagione però poi si vedrò. Con noi lotterà anche Napoli, Inter e Roma. Nonostante la situazione economica devo ringraziare il Presidente per l’ottimo mercato fatto. Vincere non è mai facile per nessuno, si sta facendo un processo a una squadra che ha vinto un anno ed è arrivata seconda quello dopo.Nell’ultimo mese abbiamo commesso degli errori ma si può rimediare, cos’ha fatto la Juventus più di noi? Di mercato parla Galliani. Il Bologna è una squadra brutta da affrontare, ha in Diamanti un giocatore molto tecnico e con grande personalità, Aquafresxa ha sempre fatto dei gol, hanno Pazienza ha centrocampo, sono una squadra che non concede spazi, noi dovremo giocare bene tecnicamente e evitare di commettere gli stessi errori. Pioli a livello tattico è molto bravo, ha perso giocatori importanti, è una squadra diversa dal solito ma cerxheranno di fare la partita della vita”

 

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it