MILAN – C’è un retroscena al possibile addio di Ambrosini al termine della stagione in corso per iniziare una nuova avventura negli Stati Uniti. A raccontarlo è il Corriere dello Sport, che stamane scrive: “Le buone intenzioni e la ferma volontà di Ambro (manifestate a più riprese la scorsa estate) non hanno trovato terreno fertile impedendo anche di arginare e debellare (almeno fino all’arrivo venerdì del presidente Berlusconi) il malvezzo di sorridere e di scherzare nello spogliatoio anche dopo una mancata vittoria. Tanto è vero che, sempre dal recente summit, è trasparso un evidente rimpianto per Gattuso e addirittura la necessità di identificare un nuovo capitano”.

La redazione di Milanlive.it