Milan News El Shaarawy-

Intervistato da Leggo.it, Francesco Avaldi,  medico nutrizionista del Milan, ha parlato della dieta dei rossoneri: “C’è un occhio di riguardo e differenze tra la cena del giorno prima il match e la merenda pre-partita. Alla sera si favoriscono cibi ad alto contenuto di proteine nobili, come carne rossa, o pesce. Anche pasta e riso, purché a basso contenuto glicemico, quindi con l’utilizzo di pasta di kamut o riso basmati. E poi verdure, tante e di stagione. Tre ore prima della partita si punta su carboidrati a bassa glicemia per evitare caduta di zuccheri. Prosciutto crudo magro, carna bianca. Alimenti off limits? No. Ad esempio a Milanello i cuochi preparano crostate di frutta con impasti che comprendono proteine, anche la pizza è preparata appositamente. Con ingredienti controllati, farine di kamut, un limitato utilizzo di mozzarella e pomodoro a bassa acidità. La regola è che se gli ingredienti sono buoni, tutto si può mangiare. E vale per tutti, anche per chi non fa il calciatore. Sono tutti professionisti a 360°. El Shaarawy, ad esempio, anche se molto giovane, è attentissimo al cibo e si informa sempre su ciò che mangia. Mario Balotelli è sempre impeccabile a seguire le tabelle alimentari. All’inizio della stagione con ogni calciatore straniero si fa un colloquio, la società cerca di andare incontro alle singole esigenze, compatibilmente con l’attività di un atleta professionista. Il gelato piace sempre a tutti i calciatori. Meglio i gusti alla frutta di stagione. E poi alla fine di ogni allenamento non mancano mai frutta e grana, molto apprezzati”.