Milan » editoriali » Milan, adesso basta teatrini! Si pensi a rinforzare la squadra e ai tifosi

Milan, adesso basta teatrini! Si pensi a rinforzare la squadra e ai tifosi

MILAN BERLUSCONI ALLEGRI GALLIANI – L’epilogo della telenovela Allegri non è stato quello che mi attendevo. Alcuni personali ragionamenti mi avevano portato a credere che sulla panchina del Milan avremmo visto un altro allenatore nella prossima stagione.
Le cose sono andate, però, diversamente e verrebbe spontaneo chiedersi il perché questo incontro a tre tra Berlusconi, Allegri e Galliani non sia avvenuto nei giorni immediatamente successivi alla partita di Siena. La risposta è semplice: il presidente onorario sperava che la Roma mettesse alle strette Allegri costringendolo a dimettersi da tecnico del Milan per abbracciare la causa giallorossa rinunciando ad ogni possibile buonuscita. Il piano di Berlusconi è fallito.
Si è così consumato l’ennesimo teatrino in casa Milan e gran parte dei tifosi teme che non sarà neppure l’ultimo. L’estate è lunga…

A proposito dei tifosi rossoneri mi sento in obbligo di fare una considerazione. Da quanto la Curva Sud Milano si è esposta a favore di Massimiliano Allegri gran parte dei media ha fatto passare il seguente messaggio “I tifosi del Milan vogliono Allegri”, generalizzando e facendo un po’ di disinformazione.
Basterebbe osservare con attenzione ciò che numerossisimi supporters milanisti scrivono sui social network (cosa che molti giornalisti si vantano di fare, un po’ come quei politici che dicono di essere a contatto con la gente) per apprendere che su Allegri c’è una forte spaccatura.

Ad ogni modo la questione allenatore è stata per il momento archiviata. Allegri rimane sulla panchina del Milan almeno fino al 2014, salvo sorprese a stagione in corso.
Adesso è importante pensare alla campagna acquisti. Più volte durante la stagione da poco conclusa Adriano Galliani ha ribadito che il Milan avrebbe lottato per lo Scudetto nell’annata 2013-14. Se l’obiettivo è davvero questo serve un mercato all’altezza, perché i tifosi vanno rispettati e non vogliono più sentirsi dire che la squadra è competitiva per vincere quando la realtà è ben diversa.
Servono chiarezza e trasparenza a livello comunicativo e di scelte.
Le mancanze dell’organico rossonero sono note ed è compito della società porvi rimedio. Le risorse per fare un mercato da Milan a mio avviso ci sono. Non serve una campagna acquisti faraonica stile Monaco, basta saper utilizzare il denaro a disposizione (ricavato anche attraverso la cessione di elementi in esubero, che sono parecchi) per comperare giocatori funzionali al progetto.
I tifosi milanisti si aspettano delle risposte positive dalla dirigenza e non vanno delusi.

Matteo Bellan – www.milanlive.it