ESCLUSIVA JACOBELLI – Xavier Jacobelli, direttore editoriale di calciomercato.com, è stato contattato telefonicamente dalla redazione di Milanlive.it per rispondere ad alcune domande sul Milan.

Direttore, partiamo da El Shaarawy. C’è davvero un caso oppure è tutta una montatura della stampa?
E’ ancora presto per parlare di un caso El Shaarawy. Certamente con l’arrivo di Kakà il suo spazio può essersi ridotto, senza contare la presenza in squadra dei  vari Balotelli, Matri, Robinho e Pazzini. Ma nel corso della stagione ci saranno molte partite da giocare tra campionato e Champions League, sono certo che riuscirà a ritagliarsi uno spazio importante nel Milan. Poi al termine della stagione vedremo quale sarà stato il suo rendimento e faremo le dovute valutazioni, ma sono sicuro che farà bene. La società avrebbe dovuto proteggerlo di più? Non credo che El Shaarawy vada protetto. Sa che c’è concorrenza in attacco e che deve lottare per un posto. Ma non ho dubbi che avrà il suo spazio“.

Veniamo al ritorno di Kakà al Milan. E’ un acquisto mediatico o di natura tecnica?
Innanzitutto sono contento di questo ritorno, che è importante sia per il Milan che per il campionato italiano. Si tratta di una grande operazione, perché stiamo parlando di un campione aldilà dei discorsi di carattere mediatico. Quest’anno sono maturate le condizioni per riportarlo al Milan. Kakà ha rinunciato a molti soldi pur di tornare ed è un aspetto importante. Kakà vuole fare bene perché punta a disputare il Mondiale con la nazionale brasiliana. Dunque si tratta di un’operazione che fa bene sia a Kakà che al Milan“.

Che idea si è fatto delle trattative fallite per portare Honda e Ljajic al Milan?
Il Milan avrebbe avuto la possibilità di prenderli, ma una volta che si è reso conto di poter acquistare Kakà sono stati messi in secondo piano. Galliani è volato a Madrid e si è ripreso il brasiliano. E’ stata una scelta del Milan“.

Il Milan è competitivo per vincere lo Scudetto oppure il gap dalla Juventus non è stato colmato?
La Juventus è assolutamente la favorita. Napoli e Fiorentina sono l’anti-Juve. Il Milan avrebbe bisogno di un grande difensore centrale, è questo l’handicap più evidente della squadra. Vedremo se nel mercato di gennaio questa lacuna verrà colmata e se nel frattempo la difesa rossonera reggerà l’urto in campionato e in Champions League. Non credo che il Milan sia da Scudetto, ma può lottare per un posto in Champions“.

Allegri ha chance di restare al Milan l’hanno prossimo o il suo destino è già segnato?
E’ presto per parlarne adesso. Già l’anno scorso sembrava che Allegri non dovesse rimanere, ma poi ha dimostrato sul campo di meritare la panchina del Milan. E’ stata una scelta saggia quella di tenerlo. Adesso bisognerà vedere quali risultati raccoglierà in campionato ed in Champions League. Credo che all’inizio della sua avventura Allegri non pensasse di riuscire a rimanere sulla panchina rossonera per quattro stagioni“.

Matteo Bellan – www.milanlive.it