Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Mutti: “Difesa da rinforzare. Allegri non si può mettere in discussione”

Calciomercato Milan, Mutti: “Difesa da rinforzare. Allegri non si può mettere in discussione”

Juventus v AC Milan - TIM Preseason Tournament

CALCIOMERCATO MILAN – Bortolo Mutti, noto allenatore, è stato interpellato da Ilveromilanista.it per rispondere ad alcune domande sul momento che sta vivendo il Milan.

Mutti, il problema principale del Milan in questo avvio di stagione sembra essere una difesa poco attenta. Cosa può fare Allegri per risolvere questo problema?

Il mister può sicuramente lavorare sia a livello individuale che di reparto per migliorare i meccanismi e le sincronie. I difensori del Milan però sono già esperti e sotto questo aspetto la società doveva fare qualche acquisto per dare alternative. Complessivamente comunque la difesa è di buon livello”.

Poi c’è il problema della gestione caratteriale di Mario Balotelli.

Balotelli è un grande talento. Certamente però gli ultimi atteggiamenti mostrati in campo sono assolutamente deprecabili e rischiano di minare la gestione di un intero gruppo sotto il profilo comportamentale. Poi viene messa in difficoltà anche la società e lo staff tecnico dato che alla fine sono responsabili di questi ragazzi

Il Milan ha fuori per infortuni muscolari e traumatici grandi giocatori: Kakà, Montolivo, De Sciglio, Pazzini ed El Shaarawy.

Il tasso tecnico si abbassa molto senza di loro, ma sono certo che con i loro rientri i rossoneri si riprenderanno e torneranno nella parte alta della classifica, come l’anno passato”.

Quale squadra l’ha maggiormente impressionata in questo avvio?

Ero molto curioso di vedere il nuovo progetto del Napoli con Benitez, poi anche la Roma e l’Inter, che con Mazzarri ha superato la sbandata della gestione precedente”.

Se non arrivano punti in classifica Allegri rischia?

Non capisco come si possa mettere in discussione Allegri, un allenatore che ha sempre sposato la linea della società anche quando ha rivoluzionato la rosa e ha sempre centrato i suoi obiettivi. Al contrario, adesso bisogna dargli tranquillità per poter lavorare al meglio”.