Abate
Abate

Una sintesi dell’intervista rilasciata da Ignazio Abate al quotidiano Tuttosport.

Solo due gare da titolare con Seedorf. Momento peggiore per te al Milan?

“No, assolutamente. A novembre mi sono infortunato e ho dovuto lavorare molto per recuperare. A Napoli dovevo fare il terzino ma poi si sono fermati Honda e Kakà e il mister mi ha chiesto un sacrificio. Non c’è nessun problema tra noi”.

De Sciglio però è un titolare.

“Siamo al Milan, giusto ci sia concorrenza. Io di certo non mi sento inferiore a nessuno”.

Rischia di perdere il Mondiale?

“Non sono preoccupato, faccio parte da tempo del gruppo azzurro dalla fase di qualificazione. Voglio andare al Mondiale e sento di essermelo meritato con 3 anni di lavoro e sacrifici”.

Futuro lontano dal Milan?

“La mia casa è qui, ho un contratto fino al 2015 e voglio rimanere da protagonista. Se qualcosa dovesse cambiare me lo dovrà comunicare la società”.

La Juve domani a San Siro. Si può battere?

“Per noi è un banco di prova importante. Non sono bastate le buone prove contro Atletico e Samp, dobbiamo confermarci e migliorare. Certe partite in casa ci gasano, le affrontiamo con grinta e voglia di vincere, ma sarà dura e non dovremo commettere alcun errore”.

Juve stanca per l’impegno di coppa?

“Non scherziamo . Quanti giocatori che sono scesi in campo col Trabzonspor saranno titolari a Milano? E poi senza Vidal, ci saranno comunque Pogba, Pirlo e Marchisio. La Juve è una corrazzata, è campione in carica e resta favorita, per la partita e per lo Scudetto”.

Fonte: Tuttosport