Milan-Catania 1-0: quarta vittoria consecutiva, 3 punti fondamentali – VIDEO

FBL-ITA-SERIEA-AC MILAN-CATANIA

Milan batte Catania 1-0 a San Siro grazie ad un gol di Riccardo Montolivo ed ottiene 3 punti importantissimi in chiave Europa League. I rossoneri hanno scavalcato Atalanta e Verona in classifica e sono a sole 3 lunghezze dal sesto posto occupato dal Parma.

PRIMO TEMPO – Partono meglio i siciliani che al 9′ vicino al gol con Barrientos, la cui conclusione di sinistro termina a lato di poco. Tre minuti dopo è bravo Constant e chiudere in angolo su un Bergessio pronto a colpire a pochi passi dalla porta rossonera. Al 13′ grande parata di Abbiati su un tiro a giro di Barrientos. Al 20′ il Milan si fa pericoloso con Rami, che sugli sviluppi di una punizione calciata da Kakà non riesce a correggere il pallone in rete da posizione favorevole. Proprio il brasiliano qualche istante dopo conclude con un tiro sull’esterno della rete una cavalcata partita dalla fascia sinistra. Al 23′ arriva il vantaggio con un bolide da fuori area di Montolivo. Il gol demoralizza il Catania e galvanizza la squadra di Seedorf che inizia a creare altre occasioni importanti. Al 33′ tiro a lato di Taarabt, al 37′ punizione vicino all’incrocio dei pali di Balotelli che due minuti dopo calcia da fuori area, ma Andujar si fa trovare pronto.

SECONDO TEMPO – La ripresa comincia a ritmi veramente blandi e la prima emozione si prova al 59′ quando Mexes sugli sviluppi di uno schema su calcio di punizione di Balotelli va vicino al gol con una semi-rovesciata che termina di poco alta. Al 67′ Bergessio svirgola pericolosamente nella propria area dopo un corner battuto dal Milan, il pallone finisce non lontano dalla traversa. Il Catania prende coraggio e al 75′ Lodi impegna seriamente Abbiati su calcio di punizione. Tre minuti dopo Rinaudo, già ammonito, si fa espellere per un brutto fallo a centrocampo su Montolivo. Tanta noia fino all’88’ quando Taarabt in azione di contropiede calcia alto da buona posizione. Al 90′ ci prova Balotelli dal limite, ma la conclusione termina alta di poco.