Home Milan News Vergara rivuole la Serie A: “Avellino piazza importante. Il mio idolo è...

Vergara rivuole la Serie A: “Avellino piazza importante. Il mio idolo è Yepes”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:09
Vergara
Jherson Vergara

Il Milan sta cercando di gettare le basi per il futuro e riuscire a far crescere i propri giovani è l’obiettivo primario. Jherson Vergara è uno di questi, arrivato dopo un Mondiale di categoria da protagonista, pagato 2mln dalla squadra colombiana Quindio, è stato relegato presto in panchina, non riuscendo ad entrare sul rettangolo verde nemmeno una volta. Mandato in prestito lo scorso gennaio a Parma, è stato fermato da un lungo infortunio. Ora il giovane difensore centrale, cerca nuova fortuna nell’Avellino, dove è arrivato in prestito e lo stesso, imparato l’italiano, si sente entusiasta della nuova esperienza che va profilandosi “Avellino è una piazza importante, con tifosi molto calorosi e questo mi rende felice”.

 

L’avventura nella serie cadetta darebbe tanti minuti ed esperienza al giovane su cui il Milan punta molto “La Serie B è un campionato interessante, ma è molto lungo, quindi è difficile parlare di obiettivi adesso. La società sta allestendo una buona squadra. Ci sono tanti nuovi ma tutti danno una mano, siamo molto uniti. Mi sento bene, sento il sostegno dei tifosi, c’è grande amicizia nello spogliatoio, si è creato il clima giusto per fare una grande stagione. Nello scorso campionato ho avuto un infortunio importante, ora mi sono ripreso, sto lavorando bene“.

 

Ancora pressoché sconosciuto nella massima serie, il 20enne colombiano parla di sé e delle sue aspirazioni, cercando di ritagliarsi minuti importanti grazie alla nuova avventura dove milita anche l’altro milanista Gianmario ComiSono un difensore con intelligenza calcistica e cercherò di mettere le mie qualità a supporto della squadra ed inoltre mi piace fare gol. Sono qua per fare esperienza e per conquistare la Serie A. Ho sempre giocato in difese a quattro, ora c’è un nuovo modulo, ci vorrà un po’ di tempo per assimilarlo, ma posso far bene. C’è buona intesa con i compagni di reparto. Il mio idolo? Il mio connazionale Mario Yepes“.

 

Redazione Milanlive.it