Filippo Inzaghi in conferenza stampa (acmilan.com)
Filippo Inzaghi in conferenza stampa (acmilan.com)

Il Milan domani gioca un’importante partita a Cesena ed è chiamato a riscattarsi dopo la sconfitta contro la Juventus ed il pareggio di Empoli. Filippo Inzaghi in conferenza stampa. Ecco le sue risposte ai giornalisti riportate da Sportmediaset.it.

 

Honda è in formissima e sembra un intoccabile:Sta bene, è in un grande momento. Penso che giocherà

 

Sulle critiche piovute addosso a qualche calciatore: “Non c’è nulla in particolare, solo la caccia al colpevole. Questi sono ragazzi che hanno il Milan nel cuore e tutti vogliono battersi per questa maglia. Uno fa bene il proprio lavoro ma poi chiunque ha limiti, troppo facile prendersela con un giocatore. Non mi piacciono questi giochini

 

I consigli del presidente:Io ascolto tutti, anche il presidente e poi prendo le decisioni, sono l’allenatore. Spero le migliori per farlo vincere sempre“.

 

Obiettivi:Non poniamoci obiettivi. Pensiamo a migliorare, a giocare bene e a subire meno. Con questo entusiasmo e questa voglia potremo fare bene“.

 

Torres titolare?Fernando è recuperato e giocherà. E’ in buon momento ma ancora non è al massimo della condizione. Ha un buono spirito, è contento per il gol e a Empoli si è dato da fare. Siamo contento di averlo con noi“.

 

Meglio San Siro o un nuovo stadio? Voglio pensare alla partita. Spero solo di riempirlo di tifosi“.

 

Sui centrocampisti:Stanno abbastanza bene, abbiamo anche recuperato Essien.Purtroppo abbiamo perso van Ginkel, avrò modo di capire chi schierare. Sono tutti di grande affidamento. Adesso si critica anche Muntari ma aveva iniziato benissimo, io mi arrabbio per queste cose. Prendetevela con me, lasciate stare i ragazzi, se anche i buoni momenti li facciamo sembrare difficili poi diventa tutto complicato“.

 

Le pressioni sulla squadra:Mi auguro che non sia un problema. Io ai miei giocatori dico sempre la verità. Sappiamo che c’è da lavorare tanto e da dove siamo partiti. Bisogna lasciarli lavorare e hanno bisogno di acquisire certezze e credo che potremo crescere. A parte la partita con la Juve, abbiamo fatto delle ottime gare. Siamo in crescita e vedo grande disponibilità durante gli allenamenti. Poi a dicembre potremo iniziare a giudicare e trovare colpevoli. Ora è un giochino che non fa bene a nessuno“.

 

Sui centrali difensivi: Ho avuto fuori Alex, abbiamo tanti giocatori e guardo gli allenamenti. E’ troppo facile dire che era meglio quello che non aveva giocato. Col lavoro, piano piano, troveremo la ricetta giusta e la coppia giusta di difensori. Sono sei o sette anni che il Milan non inizia così, non diamo subito la colpa ai centrali quando si prendono gol. Serve fiducia. Non influenziamo i ragazzi, so che daranno gioie ai tifosi“.

 

Su El Shaarawy:Stephan non è più una sorpresa. Dopo la Nazionale ha avuto un problema, ma ho piena fiducia in lui e infatti l’ho fatto giocare con la Juventus. Deve recuperare brillantezza, è vero, ma con lui mi sento in una botte di ferro e sarà mio compito utilizzarlo al meglio“.

 

Capitolo Bonera:Al Milan si cerca sempre un colpevole. Bonera ha sempre giocato anche con altri allenatori. A Empoli ha sbagliato sul primo gol, poi ha fatto una buonissima partita. Io sono molto tranquillo con lui. E di volta in volta cercherò di capire la coppia che mi dà più garanzie“.

 

De Sciglio in difficoltà?Penso abbia fatto delle buone prestazioni, non ottimali. Ma è un professionista vero e conosciamo le sue qualità. Dobbiamo dargli un po’ di tempo e deve recuperare brillantezza. Forse l’adattamento a sinistra può essere il motivo del suo avvio meno brillante“.

 

La fragilità della squadra sui calci piazzati:E’ da tanti anni che qualcosa non funziona e dobbiamo cercare di porre rimedio. Forse ci mancano centimetri in area, ma penso che a Empoli sia mancata un po’ di concentrazione. Ma sono sicuro che miglioreremo, non siamo gli unici a subire gol su calci piazzati. E’ un problema che abbiamo, ma ci stiamo allenando per migliorare. Con la Lazio han tirato dieci calci d’angolo e non ci han fatto gol. A volte è anche questione di disattenzione“.

 

Il rapporto con Berlusconi:Il presidente viene sempre con una carica incredibile. Ci dà consigli e ha voluto parlare con alcuni giocatori. E’ una risorsa e spero di dargli soddisfazioni“.

 

La gara di Empoli:Ci sono state molte cose positive finora, ma molte ancora da migliorare. Bisogna stare calmi e tranquilli. QUesta squadra ha bisogno di lavoro. Ci sono tanti giocatori che stanno facendo bene, ma sappiamo dove dobbiamo migliorare. Ed Empoli abbiamo preso due gol su calcio piazzato. Io rivedo sempre le partite e con l’Empoli abbiamo fatto bene. Abbiamo rischiato, certo, ma c’è staa anche la reazione e piano piano troveremo le scelte migliori“.

 

Moduli ed equilibrio:Il sistema usato finora ci ha dato grandi benefici. Siamo il miglior attacco del campionato. Abbiamo diverse soluzioni e valuterò di gara in gara il modulo migliore per giocare“.

 

La partita di Cesena:I punti sono sempre importanti. Ci siamo preparati bene e sappiamo che queste trasferte ci sono sempre insidie in Serie A nessuno regala nulla. Cercheremo di fare una grande partita”.

 

Redazione Milanlive.it