Suso (acmilan.com)
Suso (acmilan.com)

Il neo acquisto rossonero Suso, ha rilasciato un’intervista ai microfoni del quotidiano spagnolo Marca. Il talento ex Liverpool classe 1993, parla della sua scelta di venire a giocare nel Milan. Ecco le sue principali dichiarazioni: “Il contratto con il Liverpool scadeva a giugno e la loro offerta non mi soddisfaceva né al livello sportivo e nemmeno a livello economico. Sono arrivato lì ragazzino e ho appreso molto. Sono cresciuto però non ho notato tutta questa fiducia in me. Volevo cambiare aria.
E il Milan mi offre tutto quello di cui necessito. E’ un grande club, ha una storia incredibile sebbene non sia nel suo miglior momento. Obiettivi? Voglio giocare il più possibile perché voglio riportare il Milan in Champions League dove merita di giocare”.

 

Una battuta anche sulla scelta del numero, Suso infatti avrà sulle spalle il numero 8, indossato fino a non molto tempo fa anche da Rino Gattuso: “Pressione? Ma no! So che l’hanno portata giocatori storici, ora la lascia Saponara e la prendo io. E’ un numero che mi piace da sempre, l’ho vestito in Nazionale e mi ha portato fortuna”

 

Le prime impressioni sull’ambiente di Milanello: “Sono stato lì la settimana scorsa e ho avuto l’opportunità di conoscere il compagni e allenatore. Ho parlato con Inzaghi, mi ha detto che devo avere pazienza, che mi devo adattare bene perché tra Premier e Serie A ci sono molte differenze. Ho parlato anche con Diego Lopez e De Jong: sono stati molto gentili con me. Ma la cosa che mi ha sorpreso di più è stato Milan Lab: un altro livello. Ora penso solo a debuttare”

 

Infine un pensiero nei confronti di Gerrard, che a fine stagione lascerà il Liverpool: “Ammiro la sua professionalità. Lui si allena ogni giorno come se fosse il primo, come se fosse un ragazzino: è una lezione quotidiana”.

 

Redazione MilanLive.it