Mauro Tassotti e Filippo Inzaghi (Getty Images)
Mauro Tassotti e Filippo Inzaghi (Getty Images)

Il bivio di Filippo Inzaghi; l’ex attaccante del Milan come sottolinea la Gazzetta dello Sport di oggi è di fronte ad un match chiave per il suo futuro professionale. Se batte la Lazio in Coppa Italia e passa il turno, mantenendo così viva l’ipotesi di arrivare fino in fondo alla competizione, si salverà. In caso contrario sarà quasi inevitabile il suo esonero.

 

Nel primo caso Inzaghi resterà dunque in sella alla panchina rossonera, provando a ritrovare l’entusiasmo che solo una vittoria di prestigio può restituire al Milan dell’ultimo periodo. Battere la Lazio domani potrebbe voler dire prendersi una rivincita dopo il ko meritato di sabato e avvicinare a grandi falcate la finalissima di Coppa, viatico importante per un posto nell’Europa League del prossimo anno.

 

In caso di sconfitta invece Inzaghi sarà presumibilmente sostituito da Mauro Tassotti; secondo le ultime indiscrezioni sarebbe stata accantonata l’idea di puntare su un nuovo tecnico immediatamente, come fatto con Seedorf un anno fa, e la formazione rossonera sarà dunque traghettata dallo storico allenatore in seconda, in attesa di lanciare un nuovo progetto a giugno, con un mister stavolta di una certa esperienza.

 

Redazione MilanLive.it